​Publiacqua, morosità individuali e distacchi condominiali

Nel gennaio 2016 Palazzo Vecchio delibera di impedire il distacco del contatore generale, poi cosa è accaduto?


 Se l'Azienda idrica ravvisa un mancato pagamento, il distacco della fornitura sull'impianto può interessare più condomini. Sembrerebbe persistere il modus operandi di Publiacqua, nonostante una mozione del gennaio 2016 stabilisse di impedire questa pratica che causa notevoli disagi agli utenti in regola.

"Ci sono stati distacchi di forniture idriche a interi condomini per morosità di singoli utenti nel 2018?" chiede un'interrogazione presentata dal capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai.

"L'11 gennaio 2016 – ricorda Cellai – il Consiglio comunale ha approvato una mozione di Forza Italia per la modifica del regolamento di fornitura di Publiacqua proprio per il distacco di acqua per morosità nel caso di utenze idriche condominali. Scopo dell'atto era far sì che non si potesse più staccare l'acqua a tutto un condominio per uno o più inquilini morosi, ma si agisse solo su chi non era in regola coi pagamenti".

"Il nuovo regolamento – aggiunge il capogruppo azzurro – è stato approvato nel giugno 2017, eppure ci risulta che anche nel 2018 si siano verificati rischi di distacco di forniture condominiali per morosità anche rilevanti, come il caso degli alloggi popolari di via Magellano dell’aprile scorso".

Per questi motivi Cellai, nella sua interrogazione, chiede all'amministrazione "Quanti distacchi di forniture idriche condominali per morosità di singoli utenti si sono verificati nel 2018; se il Regolamento dell’Autorità Idrica Toscana di cui sopra è stato definitivamente approvato e se è stato recepito da Publiacqua; se il Regolamento di fornitura di Publiacqua è stato modificato e quali sono le attuali norme in termini di distacco delle utenze condominiali in caso di singole morosità; se sono previste norme regolamentari che prevedano per le nuove costruzioni la creazione di contatori singoli in sostituzione di quelli condominiali, al fine di individuare l’immediata responsabilità dei singoli e consentire il relativo recupero del credito" ed, infine, "se negli alloggi ERP l’Amministrazione ha avviato una procedura di sostituzione dei contatori condominiali con quelli singoli".

Redazione Nove da Firenze