Pubblico Impiego: nei giorni scorsi le elezioni per il rinnovo delle Rsu

Fp Cgil Toscana sindacato più rappresentativo. Cresce la Uil. Avanzata di USB all'INPS e Agenzia del territorio. Lunedì 9 marzo presidio a Careggi dei lavoratori della FP e della FILCAMS. Emergenza occupazionale per i medici precari del 118


I lavoratori della FILCAMS e della FP CGIL si ritroveranno dalle ore 9 alle ore 12 dentro l’area l’Ospedale di Careggi, presso la sede della CGIL vicino alla Piastra, per raccogliere le firme per una proposta di Legge di iniziativa popolare che tuteli i lavoratori e le lavoratrici degli appalti; Una legge che garantisca livelli di servizio adeguato alle esigenze dei cittadini e garantisca la conservazione del posto di lavoro e trattamenti economici e normativi dignitosi per le lavoratrici e i lavoratori. Un pulmino che gira l’Italia, organizzato dalla CGIL, farà tappa in un luogo significativo come Careggi, perché negli ospedali vi sono tante attività affidate in appalto e dove le contraddizioni sono più marcate ed evidenti. Nel corso del presidio i lavoratori spiegheranno la loro problematiche e tutti i disservizi che l’attuale normativa crea per gli utenti e nel contempo per le lavoratrici e i lavoratori.



Nelle elezioni per il rinnovo delle Rsu nel pubblico impiego, complessivamente a livello regionale Fp Cgil si conferma maggioranza assoluta nelle autonomie locali e di gran lunga prima lista nella sanità e nelle funzionicentrali. “La Fp Cgil in Toscana si conferma di gran lunga il sindacato più rappresentativo. Un risultato importante che premia lenostre battaglie in difesa dei servizi pubblici e del lavoro pubblico. Grazie a tutte le lavoratrici e i lavoratori che ci hannosostenuto”, commenta Alice D'Ercole, segretario generale Fp Cgil Toscana. Nel comparto scuola-ricerca-università-Afam, in base alle prime rilevazioni, Flc Cgil resta il primo sindacato. “L'esito del voto per il rinnovo delle Rsu ci soddisfa e rappresenta un impegno a continuare il nostro lavoro per difendere le istanze del personale dei settori della conoscenza”, commenta Alessandro Rapezzi, segretario generale Flc Cgil Toscana. Nella scuola, Flc Cgil resta il primo sindacato attestandosi sul 40% dei voti (idem in Afam), in linea con tre anni fa, ed eleggendo centinaia di delegati. Nelle università Flc Cgil cresce: è il primo sindacato in ogni ateneo, ad una quota vicina al 60%. Anche nella ricerca Flc Cgil si attesta sul 40%. Dalle prime rilevazioni emerge un leggero calo della partecipazione, dal 72% della precedente tornata (2012) al 69% (su ciò, ci sarà da fare una riflessione anche su quanto abbia influito il forte maltempo di questi giorni); inoltre, alcune sedi devono ultimare le operazioni di voto e scrutinio, previste per lunedì.



La Uil-Fpl consolida la seconda posizione nel territorio della Provincia di Firenze nelle Autonomie Locali, con picchi nel Valdarno (primo sindacato). Al Comune di Firenze, invece, a fronte di un arretramento forte degli altri Confederali, la UIL Fpl mantiene il suoconsenso sul 18%. "A fronte di un attacco forte al sistema contrattuale e della rappresentanza mi sento di dire che la Uil ha fatto segnare un impotante risultato - afferma il coordinatore del Pubblico Impiego, Paolo Becattini - E' molto difficile in questo clima far prevalere obiettività e coerenza di posizioni. Andrà sicuramente aperta una riflessione con Cgil e Cisl soprattutto negli Enti più grandi per individuare strategie comuni rispetto ad una politica governativa miope che "foraggia" il sindacalismo autonomo e corporativo che però non offre nessuna reale alternativa". Importante anche il risultato per la Uil Pa. "Si è registrato un generale aumento del consenso per le liste Uil, con alcuni risultati eclatanti -è il commento di Enzo Feliciani della Uil Pa - in particolare sono da segnalare i Beni Culturali, dove le liste Uil hanno superato spesso il 50% dei voti (come alle Gallerie degli Uffizi il 57,63% ed al Museo Nazionale del Bargello addirittura 87,18%), l’Istituto Geografico Militare, la Sede Regionale dell’Inps e il Provveditorato delle Opere Pubbliche, dove siè raddoppiato il numero degli eletti, l’Avvocatura dello Stato dove per la prima volta è stato eletto un rappresentante della Uil. Tale risultato si inquadra in una crescita anche regionale e nazionale delle liste della Uil PA. La Segreteria ringrazia tutti i candidati e gli elettori ed augura buon lavoro a tutti gli eletti, che saranno chiamati ad un notevole impegno in un momento certamente non facile per i lavoratori pubblici". Molto al di sopra delle aspettative anche i risultati della Uil Scuola, anche se in questo caso i dati sono parziali visto che alcune scuole sono rimaste chiuse causa maltempo, di fatto bloccando le operazioni di scrutinio."Docenti e personale Ata hanno confermato la validità delle nostre idee e delle nostre battaglie - spiega il segretario regionale della Uil Scuola Cristiano Di Donna - Ci confermiamo un sindacato fatto di persone che vivono e lavorano tutti i giorni nella scuola e attraverso la loro competenza e conoscenza permettono e garantiscono il buon andamento della stessa. Queste persone vere e tutti quelli che hanno esercitato democraticamente il diritto di voto scegliendo la Uil Scuola rafforzano l'azione del sindacato rispetto a un governo che si appresta ad interventi di natura legislativa sulla scuola, sottolineando con forza la necessità di aprire un confronto serio con il sindacato per trovare soluzioni ai problemi che riguardano il mondo della scuola e chi quotidianamente ci lavora". Grande soddisfazione espressa anche per il Segretario della Uil Rua Toscana, Mario Finoia. La Uil infatti nella categoria Ricerca Università si attesta come primo sindacato al Cnr d Pisa e al Cra (Centro di ricerca per l'agrobiologia) di Firenze. Per la prima volta la Uil è presente anche al Cnr di Firenze.


“I primi dati, ancora provvisori, dicono che la Cisl Fp ottiene ilconsenso di tantissime lavoratrici e lavoratori pubblici, in misurasuperiore al numero degli iscritti”, è questo il primo soddisfattocommento di Marco Bucci, segretario generale della Cisl Fp Toscana. “Un grazie a tutti i dipendenti di ministeri, agenzie fiscali,sanità e autonomie locali che sono andati a votare e hanno resopossibile questo importante momento di democrazia partecipata. Siamograti a quanti hanno contribuito a sostenere e rafforzare la presenzadella Cisl con la loro candidatura, con il loro voto e con la loropartecipazione”. “Nell’attesa dei risultati definitivi, i primi dati certi cidicono che l’affluenza al voto è stata alta: oltre il 70% votantinel nostro territorio della Toscana” dichiara Bucci . “Questo èdi per sé un obiettivo importantissimo, perché dimostra che tra ilavoratori pubblici c’è tanta voglia di partecipare. Dimostra chela stragrande maggioranza dei lavoratori non dà ascolto alle sirenedella rabbia e della disillusione, e riconosce nel sindacatoconfederale un soggetto credibile capace di trasformare le esigenzein proposte, le competenze in leve della produttività edell’innovazione. Una bella vittoria della fiducia e dellapartecipazione”. “Con i voti ottenuti negli Enti pubblici, la Cisl Fp si confermaanche nel nostro territorio un sindacato forte e autorevole,profondamente radicato in tutte le realtà del lavoro pubblico, ecapace di raggiungere e convincere anche tanti non iscritti”. In particolare si sottolinea un grandissimo risultato nella RegioneToscana ( 429 voti rispetto ai 252 del 2012 pari a + 12%). La Cislaumenta anche in Sanità nella Agenzia Arpat ( + 4% rispetto al 2012) e a Siena dove sia nell’ Azienda Ospedaliera che nella ASL (complessivamente + 147 voti pari + 15%). Nei Ministeri il dato tienecon aumento di preferenze sulla Difesa e le Commissioni tributarie.Positivi i segnali anche su Agenzie Fiscali e Enti Pubblici NonEconomici. “Tanti uomini e donne si sono riconosciuti nel nostro progetto: unprogetto che punta a valorizzare le professionalità come motore delcambiamento organizzativo, a riqualificare la spesa degli enti permoltiplicare gli investimenti in qualità e produttività, adinvestire nella formazione e nel turnover generazionale. Esoprattutto a sbloccare la contrattazione, come riconoscimentotangibile della dignità e del valore del lavoro pubblico, che tieneinsieme le nostre comunità locali”.


Il risultato delle elezioni per il rinnovo delle RSU all’ INPS di Firenze vede un grande risultato di USB Pubblico Impiego che diventa il primo Sindacato della sede di Firenze eleggendo 3 RSU su 10 raccogliendo il 29,0% dei consensi. All’Agenzia del Territorio USB Pubblico Impiego raccoglie la maggioranza assoluta dei voti e degli eletti con 4 RSU su 7 raccogliendo il 54,5% dei consensi.


La commissione Emergenza occupazionale del Consiglio regionale, presieduta da Paolo Marini, Rc-Ci, scriverà una lettera ai parlamentari toscani per sollecitarli in merito alla stabilizzazione dei medici precari del servizio 118. Come ha affermato l’assessore al Diritto alla salute, Luigi Marroni, ascoltato questa mattina in commissione, essendo la questione di carattere nazionale, essa deve essere risolta a livello governativo e parlamentare. La commissione Emergenza istituzionale, in ogni caso, invierà un sollecito a tutti i senatori e deputati eletti in Toscana affinché si facciano promotori dell’impegno politico che serve per risolvere la questione della stabilizzazione dei medici precari del 118. Tuttavia l’assessore Marroni ha annunciato che, nel frattempo, a scadenza saranno rinnovati tutti i contratti dei precari del 118. Soddisfazione per l’impegno preso è stato espresso dal presidente Marini e dagli altri consiglieri commissari presenti oggi all’audizione, ossia Nicola Nascosti di Forza Italia, Marco Spinelli del Pd e Vanessa Boretti sempre del Pd.

Redazione Nove da Firenze