Pubbliche affissioni, Palazzo Vecchio riqualifica il sistema

Gianassi: “Rinnovamento all’insegna del decoro e dell'innovazione”

Redazione Nove da Firenze
Redazione Nove da Firenze
14 luglio 2022 17:34
Pubbliche affissioni, Palazzo Vecchio riqualifica il sistema

Una riqualificazione complessiva del sistema pubblicitario cittadino e delle pubbliche affissioni, con impianti decorosi e innovativi in spazi riassegnati e riqualificati. Palazzo Vecchio dà il via all’operazione di riorganizzazione e rinnovamento degli impianti delle pubbliche affissioni e degli impianti pubblicitari dislocati nel territorio comunale.

Con una delibera dell’assessore al commercio e alle attività produttive Federico Gianassi sono infatti stati definiti gli indirizzi per la riqualificazione di un settore importante per la bellezza e il decoro delle strade e delle piazze cittadine.

Come primo atto partiranno le gare per l’assegnazione di 38 impianti; le gare prevederanno una base d’asta. Gli impianti esistenti saranno sostituiti e riqualificati. Una parte degli impianti sarà sostituta con strutture digitale a LED. Infine, sugli impianti digitali il 20% della comunicazione sarà riservata a messaggi istituzionali del Comune di Firenze.

La disciplina della materia è variegata. Ci sono impianti pubblicitari su area pubblica e impianti pubblicitari su area privata, autorizzati dagli uffici delle attività economiche. Inoltre, su area pubblica, ci sono impianti destinati alle pubbliche affissioni per la veicolazione di messaggi istituzionali di natura sociale, culturale ed educativa, curati dagli uffici delle Risorse finanziarie del Comune che ha affidato alla Sas la gestione. Vi sono infine, sempre su area pubblica, strutture utilizzate per la comunicazione istituzionale propria dell’Amministrazione.

“Con questa delibera mettiamo in campo un piano per la riqualificazione degli impianti pubblicitari sul territorio che punta su decoro, innovazione, digitalizzazione e maggiore veicolazione di messaggi istituzionali. Per ciò che attiene le pubbliche affissioni partiremo – ha spiegato l’assessore Gianassi - da un censimento per valutare anche lo stato degli impianti per intervenire su quelli in peggiore stato. Un lavoro complesso che ha l’obiettivo di riqualificare il sistema, definendone con precisione limiti e confini”.

Con la delibera appena approvata, quanto agli impianti pubblicitari parte un primo bando di gara pubblica per le concessioni e autorizzazioni triennali di 38 postazioni su suolo pubblico di proprietà comunale per l’installazione di impianti pubblicitari bifacciali e monofacciali, di cui almeno 10 da trasformare in impianti digitali che dovranno lasciare sempre il 20% di spazio per la comunicazione istituzionale.

La comunicazione pubblicitaria su suolo pubblico conta ad oggi 491 impianti e si arricchirà di altri 20 impianti provenienti dal circuito delle affissioni. L’offerta di spazi pubblicitari attualmente utilizza 3.365,58 metri quadri.

Inoltre, anche le affissioni pubbliche verranno mappate e riqualificate. Il Comune, infatti, dà mandato alla Direzione Risorse finanziare, anche tramite il concessionario SAS, di censire le strutture di affissioni esistenti classificandole come in ottimo stato, buono stato, stato carente, stato insufficiente e di definire i livelli di adeguatezza della presenza delle strutture o del loro carico eccessivo quartiere per quartiere. Poi gli uffici prepareranno un piano per gli impianti di pubblica affissione selezionando quelli da mantenere e riqualificare, quelli da eliminare e in ultimo di quelli da trasformare. La delibera stabilisce anche che dei 75 impianti “poster” attualmente di affissione 20 impianti saranno trasformati in nuovi impianti pubblicitari anche digitali (a led), che saranno oggetto di successivo bando di gara. 

In evidenza