Protezione civile: Anpas apre a Montopoli il centro di stoccaggio per attrezzature

Gabrielli: «Niente tagli per il volontariato, risorsa del Paese in caso di emergenza»


Taglio del nastro per il centro di stoccaggio e logistica per la protezione civile di Anpas Nazionale e delle Pubbliche Assistenze Toscane. Erano presenti il capo del dipartimento di Protezione civile, Franco Gabrielli, il prefetto di Pisa, Francesco Tagliente, il presidente della provincia di Pisa, Andrea Pieroni, il sindaco di Montopoli, Alessandra Vivaldi oltre ai sindaci e gli assessori dei comuni vicini. A fare gli onori di casa, il presidente delle pubbliche assistenze toscane, Attilio Farnesi, con il vice presidente Stefano Tusini, il responsabile di protezione civile, Alessandro Moni e il coordinatore della zona empolese, Andrea Lavecchia. Per Anpas Nazionale erano presenti il responsabile di protezione civile, Carmine Lizza e il vice presidente, Mauro Giannelli.

L’importanza della struttura per un intervento immediato e razionale in caso di emergenza, è nelle parole di Franco Gabrielli: «Questa è una struttura di rilievo nazionale – ha detto – Anpas ha voluto accogliere con generosità il nostro invito a creare una colonna mobile nazionale all’interno del volontariato organizzato. Noi abbiamo voluto investire in questa operazione; ora bisogna partire, bisogna dimostrare che investire nel volontariato è un modo intelligente per rendere un servizio al nostro Paese. Non c’è altra organizzazione oltre il volontariato; non c’è altra manifestazione della generosità per la quale il cittadino offre il suo tempo e si mette a disposizione per aiutare gli altri. Ecco perché quel poco che si investe di centuplica, si espone all’ennesima potenza. E tra le cose di cui vado più fiero in questi anni, c’è quella di non tolto mai un euro al volontariato, pur vedendomi tagliato il bilancio del 56%. I nostri volontari e Anpas lo dimostra non sono solo gli uomini e le donne che intervengono in caso di emergenza. Rappresentano quello strumento di contaminazione sul territorio per far crescere nel paese la cultura della protezione civile. Fortunatamente da queste parti, consentitemi un pizzico di orgoglio toscano, il rapporto tra istituzioni e volontariato funziona, ed è un bel messaggio per tutto il nostro Paese».

Un grande ringraziamento è arrivato dal presidente di Anpas Toscana, Attilio Farnesi, ai volontari della pubblica assistenza di Montopoli e a quelli delle associazioni toscane e non che hanno voluto contribuire all’allestimento della struttura.

Nel magazzino sono contenuti moduli bagno, una cucina mobile, container, tende, panche, tavoli e brandine, generatori, torri faro, tensostrutture, moduli distribuzione pasti. Oltre allo stoccaggio e movimentazione dei materiali e mezzi in un'area considerata strategica per la gestione delle emergenze, questo centro sarà in grado di attivare, da subito, la colonna mobile di protezione civile in caso di bisogno con moduli pronti a partire. Una scelta strategica quella dell'ubicazione del centro, posto in una zona protetta dal rischio idrogeologico, accessibile da due strade, vicino alle principali arterie stradali e autostradali, nonché vicino allo scalo merci della Stazione di San Romano.


Fabrizio Morviducci

Redazione Nove da Firenze