Prosegue fino a domani il rischio neve

Possibile anche la formazione di ghiaccio. Attivato il piano di protezione civile


FIRENZE – Prosegue la perturbazione che ha portato e porterà neve un po' in tutta la Regione fino a quote collinari. La Sala operativa unificata permanente della Regione ha confermato il codice arancione emesso ieri e valido fino alla mezzanotte di oggi ed ne ha emesso uno giallo per neve e ghiaccio che interesserà quasi tutta la Toscana nella giornata di domani, mercoledì 23 gennaio; uniche zone escluse sono quelle lungo tutta la costa e le isole. Il codice giallo per neve è valido dalla mezzanotte di oggi, martedì 22 gennaio, fino alla mezzanotte di domani, mercoledì 23 gennaio per le seguenti aree: Casentino, Valdichiana, Mugello, valli del Fiora e dell'Albegna, valle dell'Ombrone Grossetano, Romagna toscana, Valtiberina. Per queste stesse zone resta confermato il codice arancione emesso ieri e valido fino alla mezzanotte di oggi. Codice giallo per neve, valido dalle ore 15 fino alla mezzanotte del 23 gennaio, per queste aree: Valdarno Inferiore, Lunigiana, Serchio-Garfagnana-Lima e Serchio-Lucca. Infine, sempre per queste zone è emesso un codice giallo per ghiaccio dalla mezzanotte di oggi fino alle 12 di domani, 23 gennaio.

Il nuovo bollettino comprende anche il Comune di Firenze (oltre a quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa). L'allerta scatterà si concluderà alla mezzanotte di giovedì 24 gennaio. Domani, nottetempo e al primo mattino temperature sotto zero su tutte le zone interne della Toscana, con possibile formazione di ghiaccio, in particolare sulle zone maggiormente interessate dalle precipitazioni.

Previsione fino alle 24 di domani

tempo moderatamente perturbato sulla Toscana con deboli precipitazioni sparse e nevicate fino a quote collinari;
NEVE: nel pomeriggio sera di oggi, martedì nevicate a quote collinari (200-400 metri) su gran parte della Toscana (zone interne). Accumuli fino a 10-15 cm a quote collinari su Alto Mugello, Casentino e Alta Val Tiberina e localmente sui rilievi dell'aretino e del senese; sulle altre colline in genere accumuli fino ai 2 cm. Possibili locali nevicate anche a quote di pianura (minori 200 metri) ma senza accumuli. Domani, Mercoledì, nottetempo residue deboli nevicate fino a quote di fondovalle sui settori appenninici settentrionali oltre i 200-300 metri e sull'aretino e senese, in esaurimento; dal pomeriggio deboli nevicate a carattere sparso oltre i 500 metri sulle zone interne, con quota della neve in calo in serata fino a localmente 300 metri sulle zone settentrionali. Si prevedono accumuli al suolo fino a 10 cm a quote collinari e non significativi a quote di pianura (sotto i 200 metri).
GHIACCIO: domani, mercoledì, nottetempo e al primo mattino temperature sotto zero su tutte le zone interne con possibile formazione di ghiaccio, in particolare sulle zone maggiormente interessate da precipitazioni.

“Le previsioni odierne – dice il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini – indicano la possibilità di nevicate piuttosto ridotte e limitate alle zone in collina, ma è importantissimo avere un piano operativo chiaro e efficace che stabilisca le fasi di attivazione, chi fa cosa, quando e dove, in caso di necessità. Lo è soprattutto su un territorio vasto e complesso come il nostro, con molti abitati in zona collinare, una ventina di plessi scolastici, un ospedale e quasi duecento chilometri di strade da controllare, tra cui quattro direttrici provinciali ad alta percorrenza. Accanto a questo, prosegue la grande attenzione agli aspetti comunicativi, sia sui canali istituzionali tradizionali che sui social network per un'informazione sempre più capillare a tutti i cittadini. Un cittadino preparato e informato è più protetto e al sicuro”. Il sindaco lancia inoltre un appello alla cittadinanza a seguire una serie di comportamenti corretti per la sicurezza personale e degli altri: “In caso di neve – dice Casini – si raccomanda di mettersi alla guida della propria automobile solo se strettamente necessario e di non avventurarsi se non si è provvisti delle necessarie dotazioni invernali”.

Redazione Nove da Firenze