Prato: aggredisce gli agenti, arrestato per tentato omicidio

Un 41enne di etnia orientale nel corso di un controllo ha attaccato i vigili con un coltello, un'ascia e un grosso bastone di ferro


Gli agenti del Reparto Territoriale e del Reparto Motociclistico hanno arrestato ieri a San Giusto un uomo di 41 anni di etnia orientale responsabile di essersi scagliato contro gli agenti intervenuti, prima con un coltello, poi con un'ascia ed infine con un grosso bastone in ferro.

Gli agenti erano intervenuti a causa di una colonna di denso fumo nero proveniente da un fuoco che era stato acceso da parte dell'uomo in un’aia di campagna. Al loro arrivo però sono stati improvvisamente aggrediti dalla persona, la quale si è gettata contro di loro senza apparente motivo.

L'uomo infatti si è scagliato contro la pattuglia prima con un coltello e, ha poi forato il pneumatico posteriore dell'auto rompendo il vetro dello sportello posteriore sinistro del veicolo.

Sopraggiunte altre pattuglie di supporto, l’uomo ha continuato a brandire il coltello e persino un’ascia che non ha esitato a scagliare contro gli agenti che, tuttavia, sono riusciti prontamente ad evitare. Infine l’uomo è stato immobilizzato e quindi arrestato.

Nessuno degli agenti ha riportato lesioni nell’operazione ed anche la persona è stata condotta al locale Pronto Soccorso dell'Ospedale per gli accertamenti cautelativi di prassi del suo stato fisico.

L'uomo è stato arrestato per tentato omicidio, per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e per porto abusivo di armi e messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Redazione Nove da Firenze