Povertà, rapporto Caritas: a Firenze i più colpiti sono i giovani

Due tipi di povertà: quella alimentare e quella educativa. Domani un convegno agli Innocenti con la presenza dell'arcivescovo Betori e dell'assessore regionale Saccardi


(DIRE) Firenze, 25 set. - "A Firenze la povertà cambia volto: i più colpiti sono i giovani. Nel 2008 le persone fino a 34 anni in stato di povertà erano il 19,9% del totale; nel 2018 il 32,4%". E' la fotografia scattata dal "Rapporto annuale sulle povertà 2019 - Semi di carità", curata dall'osservatorio delle povertà e delle risorse della Caritas diocesana di Firenze. 

Lo studio, che raccoglie i dati della rete dei centri di ascolto territoriali e delle strutture della Fondazione solidarietà Caritas, verrà presentato domani all'Istituto degli Innocenti, nel Salone Brunelleschi. Ad illustrare l'indagine Luca Orsoni, responsabile area giovani e politiche sociali Caritas Firenze, e Giovanna Grigioni, responsabile dell'osservatorio delle povertà. Il rapporto 2019 nasce da una collaborazione con l'Istituto degli Innocenti per l'analisi, in particolare, dei dati sulla povertà educativa e per offrire a parrocchie e istituzioni buone prassi di lavoro per non intervenire solo in casi di emergenza, ma per provare a prevenire le cause del disagio sociale. Due, quindi, i focus: la povertà alimentare e quella educativa. Al convegno, saranno presenti fra gli altri, l'arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori e l'assessore al Welfare della Regione Toscana, Stefania Saccardi. (Dig/ Dire)

Redazione Nove da Firenze