Rubrica — Antiquarium

Pittori: stima per tre opere di Umberto Vittorini

Fu allievo di Edoardo Gordigiani e titolare della cattedra di pittura all’accademia delle belle arti di Brera


Buongiorno,

le allego le foto di tre opere di Umberto Vittorini in mio possesso, risalenti ai primi anni '60. Una di esse due anni fa è stata anche esposta in occasione di un'asta. In passato però avevo ricevuto valutazioni superiori. Vorrei quindi un vostro parere attuale.

Si tratta di una tecnica mista su carta riportata su cartone, firmata e datata in basso a destra, mentre sul verso delle tavole è riportate etichetta e timbro della Galleria d'Arte Macchi di Pisa.

In attesa di un vostro riscontro porgo cordiali saluti.

L. G.

Gentile signor G.

dalla redazione Nove da Firenze ricevo la sua richiesta di valutazione.

Umberto Vittorini, Barga (1890) – Milano (1979), è stato un qualificato pittore Italiano, allievo di Edoardo Gordigiani e titolare della cattedra di pittura all’accademia delle belle arti di Brera. Innumerevoli le rassegne nazionali ed internazionali alle quali ha partecipato, conseguendo riconoscimenti importanti, come il premio Saint Vincent (1948), premio Roma (1951), Desio (1952).

Il suo filone pittorico era di matrice neocèzanniana, con una personale visone della pittura divisionista. Nell’ultima parte della vita, nel periodo Milanese, fu fortemente influenzato da Tosi e Carrà, con opere oscillanti fra l’espressionismo ed aspetti del decorativismo.

Le opere da lei possedute rientrano in questo ultimo periodo storico: le quotazioni di mercato, complice anche il particolare momento che vive il mercato dell’arte ed eccezion fatta per le opere più significative, oscillano fra i 200 e i 300 euro. Questa valutazione è in linea con i parametri delle aggiudicazioni in aste recenti, nel cui ambito rientrano anche quelle da lei possedute.

Rimanendo a sua disposizione per ogni consulenza e la saluto cordialmente

Dott. Mauro Manganelli

Consulente d’arte

Redazione di Nove da Firenze: nove@nove.firenze.it

Redazione Nove da Firenze