Pitti Immagine: al via martedì 13 gennaio alla Fortezza da Basso

Festa mobile dalle 14 alle 17 con un’installazione nel Cavedio del Padiglione Centrale. Predisposto il piano della mobilità in occasione delle manifestazioni. Rispetto al passato previste alcune variazioni legate ai cantieri della tramvia


FOTOGRAFIE — Inizieranno martedì 13 gennaio e andranno avanti fino al 30 le manifestazioni di Pitti Immagine alla Fortezza da Basso. Come di consueto ad aprire la kermesse sarà Pitti Uomo (dal 13 al 16 gennaio), seguito da Pitti Bimbo (22-24 gennaio) e infine Pitti Filati (28-30 gennaio) che chiuderà la manifestazione.


Nel Cavedio del Padiglione Centrale della Fortezza da Basso, importante punto di collegamento e d’incontro per i visitatori di Pitti Uomo, il marchio “Cuoio di Toscana”, simbolo di prodotto artigianale di eccellenza, nell’ambito di Pitti Immagine darà vita a una sorprendente installazione di passi e parole famose: “Words of walking”. Da Ippocrate a Diogene, dal cardinale Richelieu a Emile Zola, da William Shakespeare a Marilyn Monroe, da Confucio a Barack Obama: quarantaquattro aforismi, versi, strofe e proverbi, colti e pop, trasversali per epoche e geografia, per celebrare il valore del movimento e della parola, impronta di se' nel mondo. Declinati quasi esclusivamente nella loro lingua originale, dal latino all’italiano, dal francese all’inglese per finire col tedesco, in omaggio alla molteplicità e alla ricchezza delle culture presenti a Pitti, i “Words of walking” sono fonte d’ispirazione, sprazzi di ironia, lampi di intuizione. Metafore potenti del cammino dell’esistenza. Ecco dunque Diogene (“Solvitur ambulando”), il poeta indiano premio Nobel Rabindranath Tagore (“Ho il suono dei tuoi passi dentro il cuore…vieni”), i filosofi Friedrich Willehlm Nietzsche, grande camminatore (“I migliori pensieri vengono camminando”), John Locke (“Se si cammina in tanti nello stesso punto, appare un sentiero”), e Confucio (“Non camminare davanti a me, perché potrei non seguirti”), ma anche la cantante e attrice Dolly Parton (“Se non ti piace la tua strada, inizia ad asfaltartene un’altra”). E poi l'attrice statunitense Marilyn Monroe (“Ho imparato a camminare da piccola e non ho mai preso lezioni”) e la top model Cara Delevingne (“Camminare lungo una passerella è niente. So fare di meglio”). “Words of walking” è una festa mobile di parole e movimento, per accompagnare le intense giornate di Pitti con uno spunto di riflessione e un cocktail vitaminico, da sorseggiare lungo i gradini. “Camminare rappresenta un’esperienza diversa per ognuno di noi - dice Stefano Biagi, presidente del Consorzio Vero Cuoio, promotore del marchio “Cuoio di Toscana, - ma tutti noi conserviamo un ricordo prezioso legato a una passeggiata, al benessere fisico e mentale del camminare. Per questo sono certo che “Words of walking” rappresenti un momento piacevole, e perché no anche una nuova fonte di ispirazione, per i visitatori di Pitti. Camminare accende le idee”.


Il piano della mobilità, messo a punto dagli uffici di coordinamento di concerto con la Polizia Municipale e i soggetti interessati, ricalca quello varato per le edizioni precedenti con alcune lievi modifiche legate alla presenza del cantiere per la realizzazione della tramvia. Ovvero la chiusura della rampa lato Spadolini (ma la sosta sarà consentita il 16 gennaio ai mezzi impegnati nel disallestimento della manifestazione) e dopo il 19 la revoca del parcheggio per scooter su viale Strozzi (per chiusura della pista ciclabile). Quindi, per quanto riguarda i provvedimenti di viabilità legati alle esigenze di allestimento degli eventi ospitati all'interno della Fortezza, alcuni divieti sono già scattati come, per esempio, il divieto di transito e sosta in piazza Bambine e Bambini di Beslam con deroga per i mezzi interessati alle operazioni di allestimento/disallestimento e per i taxi. È invece consentito il transito degli autorizzati sul controviale di viale Strozzi, lato Fortezza, da Porta Faenza in direzione di viale Lavagnini. Transito consentito agli autorizzati anche sul controviale interno (lato Fortezza nuova biglietteria) nel tratto tra piazzale Montelungo e l’ingresso principale della Fortezza (Porta Santa Maria Novella). Nello stesso tratto sarà revocata la pista ciclabile e istituita una pista pedo/ciclabile. 

Ancora in viale Strozzi è stato istituito (e sarà in vigore fino al 18 gennaio) un restringimento di carreggiata, tra il semaforo all’altezza di via dello Statuto e viale Caduti dell’Egeo. I veicoli a due ruote a motore possono parcheggiare, nei giorni delle manifestazioni, anche sul controviale di viale Strozzi tra la vasca e la carreggiata (escluse) e nel tratto compreso tra il chiosco posto all’uscita della corsia proveniente da piazza Bambine e Bambini di Belsam e il semaforo posto all’altezza di via dello Statuto (con revoca della pista ciclabile). Dal 19 quest’area sarà interessata dai cantieri della tramvia e quindi sarà eliminato il parcheggio per i motorini. In piazzale Montelungo (fino al 30 gennaio) è revocata la normale area di sosta: i posti sono infatti riservati ai mezzi interessati alle manifestazioni. Fino al 18 gennaio sono previsti divieti di transito e sosta anche in piazzale Caduti Egeo, con l'eccezione dei mezzi interessati alle mostre. Divieti di sosta anche in piazza Adua (12-30 gennaio) su tutto il fronte compreso tra via Valfonda e l’ingresso del Palazzo dei Congressi. Inoltre nei giorni del 12, 16, 24 e 30 gennaio, dalle 6 alle 24, saranno in vigore divieti di sosta e transito in viale Strozzi (lato piazzale Montelungo dal sottopasso Belfiore al sottopasso Fratelli Rosselli) con deroga per i mezzi interessati alla manifestazione; previsti anche divieti di sosta in via Michelucci (tratto compreso tra la rotatoria svincolo tra via Bausi e via Gabbuggiani dal lato della ferrovia per un tratto di circa 150 metri in direzione Cascine) con deroga per i mezzi del trasporto pubblico delle linee nazionali e internazionali; e dalle 6 divieti di transito anche in via Caduti di Nassirya. Per quanto riguarda invece la mobilità nei giorni di svolgimento delle manifestazioni, in piazza Bambine e bambini di Beslan (su tutta l’area compresa la rampa di accesso lato Fortezza) potranno transitare in deroga al divieto anche i bus navetta a servizio della mostra oltre ai taxi. In via Fausto Dionisi (dal lato Palazzo dei Congressi nel tratto compreso tra viale Strozzi in direzione di piazza del Crocifisso) sarà istituito un divieto di sosta con deroga per i mezzi NCC. Divieti di sosta in viale Strozzi e viale Guidoni (lato San Donato nel controviale per sosta dei bus navetta). Inoltre i mezzi pubblici che transitano in viale Strozzi, nella corsia di marcia con direzione verso viale Lavagnini posta sul fronte di via Ridolfi, potranno svoltare a sinistra per immettersi nella corsia riservata in direzione di via Valfonda.
Sempre nei giorni di svolgimento delle manifestazioni sarà revocata l’area pedonale di tipo B in via Faenza (tratto via Nazionale-via Cennini) con istituzione di divieto di sosta su ambo i lati (che prosegue fino a piazza del Crocifisso): il transito sarà consento ai taxi e ai frontisti con senso unico verso via Cennini. Nel tratto di via Faenza tra piazza Madonna degli Aldobrandini e via Nazionale sarà revocato il divieto di transito ma soltanto per i mezzi del trasporto pubblico. Inoltre per consentire la sosta dei bus navetta a servizio della manifestazioni, sono previsti divieti in via Mannelli (dal 13 al 16 e dal 22 al 24 gennaio),
Infine, per esigenze legate all'allestimento/disallestimento della mostra, dalle 6 del 16 alle 7 del 17 gennaio e dalle 6 del 24 alle 7 del 25 gennaio sono previsti divieti di sosta in piazza della Costituzione (lato Mugnone nel tratto compreso tra via dello Statuto e via XXIV Maggio). Il 16 gennaio sulla vecchia Rampa Spadolini scatteranno divieti di sosta (fino al Ponte dello Statuto) e divieti di transito (dalle 10) con deroga per i mezzi interessati alle operazioni di disallestimento.

Redazione Nove da Firenze