Rubrica — Editoria Toscana

Pistoia: il catalogo della mostra a Palazzo de’ Rossi

Carlo Sisi e Marco Bazzini presentano Sguardi sull'arte dal secondo dopoguerra, il 26 settembre 2020 alle ore 18:00, al Teatro Bolognini, in via del Presto 5


Il volume PISTOIA NOVECENTO. Sguardi sull’arte dal secondo dopoguerra è realizzato in occasione dell’omonima mostra, secondo capitolo dell’allestimento temporaneo a lungo termine di Palazzo de’ Rossi – Fondazione Pistoia Musei. L’esposizione è dedicata alle opere degli artisti pistoiesi attivi nella seconda metà del Novecento conservate nelle collezioni di Fondazione Caript e Intesa Sanpaolo. La mostra offre un’immagine d’insieme dello stato dell’arte del periodo a Pistoia e include alcuni lavori di artisti non pistoiesi che hanno avuto con la città rapporti di scambio e di dialogo, avvalendosi di prestiti da collezioni pubbliche e private. Il percorso espositivo è stato infine arricchito da una selezione di documenti – come fotografie, video, manifesti, lettere e inviti – volti a narrare la vivacità del clima artistico pistoiese nel contesto più ampio della cultura toscana, nazionale e internazionale, offrendo così un quadro di contesto alle opere d’arte selezionate.

Il catalogo della mostra, pensato come un racconto parallelo e sinergico al progetto espositivo, è introdotto da tre saggi storico-critici. Il contributo d’apertura, Sorprese fuori rotta: dal Realismo all’Arte Ambientale a Pistoia, si pone a commento di contesto alle opere esposte, cui seguono due approfondimenti dedicati ad alcuni momenti ed episodi salienti della stagione artistica indagata, quali la promozione degli artisti pistoiesi attuata dalle gallerie fiorentine (Il mercato e la provincia: una promozione al femminile dell’astrattismo pistoiese 1945-1968) e le sperimentazioni degli anni Sessanta tra arti visive e design (Traiettorie dell’avanguardia a Pistoia negli anni Sessanta: tra pittura, oggetti, azioni).

La seconda sezione del volume si compone di un atlante iconografico che presenta le riproduzioni delle opere e dei documenti – alcuni dei quali inediti – selezionati per la mostra, seguendo un andamento cronologico scandito secondo le macro-aree attraverso cui è stato strutturato il percorso espositivo: Realismo e figurazione; Astratto, materico, programmato; Oggetto e immagine; Natura e artificio; Gesto, segno, ambiente.

Redazione Nove da Firenze