Piazza Costituzione (zona Statuto) nuova frontiera dello spaccio a Firenze?

Draghi (Fdi): “Alcuni cittadini residenti ed esercenti della zona ci segnalano la presenza fissa di spacciatori che prima non si vedevano mai”


“Giusto ieri si è riunito il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, che coinvolge la giunta comunale e il prefetto Lega insieme ai vertici delle forze dell’ordine per individuare le zone a maggior rischio spaccio di stupefacenti.

Durante l’incontro, che è servito a constatare il fenomeno in sensibile crescita di domanda e offerta di droga, sono stati di notevole interesse i resoconti delle aree controllate: via Nazionale, via Sant’Antonino, entrambe in San Lorenzo e altre strade in Santa Maria Novella. Ci tengo a precisare che non basta pensare solo al centro storico – dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia Alessandro Draghi – e dopo aver insistito nel reprimere il market della droga alla Fortezza e alle Cascine, in seguito ai lavori di piazza Indipendenza, questo business illegale è migrato nella tranquilla piazza Costituzione che, da qualche mese a questa parte, “ospita” spacciatori infidi e violenti di cui i cittadini residenti della zona hanno paura. Se vogliamo stroncare la nuova piazza di spaccio dobbiamo agire adesso. Come consigliere suggerirò sin da adesso alle forze dell’ordine di implementare i controlli in Piazza finché la situazione non vada “fuori controllo”.

Sono molto soddisfatto – conclude Draghi – che la prefettura stia costituendo il 'tavolo permanente per la prevenzione ed il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti'. Sarebbe stato utile averlo da tempo, la sicurezza non è un optional ma la base per la civile convivenza ed educazione delle future generazioni”. 

Redazione Nove da Firenze