Piazza Annigoni: arrestato uno spacciatore

L’intervento della Squadra anti droga della Polizia Municipale ieri pomeriggio: stamani la convalida e l’accompagnamento in carcere. Denunciato un altro pusher minorenne, l’acquirente segnalato alla Prefettura. Stella (FI): "Nei giardini pubblici di tutti i quartieri si spaccia droga"


Ancora un intervento della Squadra Antidroga della Polizia Municipale. Ieri pomeriggio gli agenti hanno colto in flagrante due spacciatori: uno è stato arrestato, l’altro denunciato mentre l’acquirente è stato segnalato alla Prefettura. La pattuglia era in servizio nella zona di piazza Annigoni quando, intorno alle 15, ha visto arrivare un furgone: dal mezzo è sceso un uomo che si è messo a metteva a parlottare con un ragazzo che si trovava in piazza. Concluso il colloquio il giovane, con aria circospetta, ha raggiunto un uomo fermo dall’altro lato della piazza che, dopo un breve colloquio, si è allontanato in sella a una bicicletta. Un’assenza durata pochi minuti: l’uomo è infatti tornato consegnando qualcosa al ragazzo che, come in una staffetta, l’ha passata all’autista del furgone ricevendo in cambio del denaro. A questo punto, gli agenti sono entrati in azione bloccando i tre protagonisti di un episodio di compravendita di droga. L’uomo del furgone, risultato essere un 27enne residente in Provincia di Firenze, aveva infatti consegnato del denaro al più giovane dei due pusher. Lo spacciatore più anziano ha provato a fuggire ma il tentativo è fallito: gli agenti lo hanno bloccato mentre cercava di ingerire qualcosa e aveva appena gettato via alcune banconote. La pattuglia ha quindi recuperato la sostanza a terra (risultata dalle analisi hashish) che si è aggiunta a quella che il pusher aveva in tasca. Per la droga circa 2,5 grammi, e il denaro, 45 euro, è scattato il sequestro. Sottoposto al fotosegnalamento presso il gabinetto Regionale di Polizia Scientifica, lo spacciatore più anziano è risultato un nordafricano 36enne in regola con la normativa sull’immigrazione e già noto alle forze dell’ordine. Per lui è scattato l’arresto in flagranza di reato di spaccio. Stamani il processo per direttissima in cui è stato convalidato l’arresto per spaccio in concorso con minore e resistenza. In attesa della prossima udienza, in programma il mese prossimo, l’uomo è stato portato nel carcere di Sollicciano. L’altro pusher è risultato un 16enne, sempre nordafricano: gli agenti gli hanno trovato indosso oltre 8 grammi di hashish. Il minorenne è stato denunciato a piede libero per spaccio in concorso. Infine l’acquirente: il 27enne è stato trovato in possesso di un involucro di cellophane contenente circa mezzo grammo di polvere bianca, che dalle analisi è risultata cocaina. La droga è stata sequestrata e l’uomo segnalato alla Prefettura.

"Nei giardini pubblici di tutti i quartieri di Firenze si spaccia droga. Sono poche le isole felici: nella maggior parte degli spazi verdi cittadini, la presenza di pusher è fenomeno quotidiano, incontrastato, e riceviamo diverse segnalazioni ogni settimana da persone preoccupate per l'attività illegale, che mette a rischio soprattutto bambini e ragazzi. Il Comune deve intervenire". Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella, coordinatore fiorentino di Forza Italia. "Non sono solo le Cascine ad essere luogo di spaccio di ogni tipo di stupefacenti - accusa Stella -. Anche tanti giardini e parchi di quartiere vedono in azione pusher, spesso sempre più giovani, e quasi sempre stranieri. Abbiamo ricevuto segnalazioni dai giardini di Campo di Marte, Piazza D'Azeglio, via Baracca, Orticoltura, Parco Pettini-Burresi, via Canova. L'Amministrazione comunale ha il dovere di reprimere questi atti criminosi, impiegando agenti della polizia municipale per vigilare e allontanare gli spacciatori".

Redazione Nove da Firenze