​Nuova sede Casapound a Scandicci: iniziative di protesta

 Verdi, Grassi e Trombi: "Si accetta una aggregazione politica “fascista” e si oltraggia la memoria di Chianesi, comandante partigiano e medaglia d’oro al valor militare, ucciso dai fascisti"


ANPI e ARCI hanno organizzato una iniziativa in programma oggi al circolo di San Giusto al quale offre sostegno l'opposizione di sinistra in Palazzo Vecchio. 
"Oggi abbiamo appreso che Casa Pound aprirà una nuova sede anche a Scandicci, in Via Elio Chianesi, nel quartiere di San Giusto. Siamo di fronte a un doppio oltraggio: l’apertura di una sede di una aggregazione politica che si definisce apertamente e senza esitazioni “fascista” e l’oltraggio alla memoria di Elio Chianesi, comandante partigiano e medaglia d’oro al valor militare, ucciso dai fascisti nel ’44" afferma la consigliera comunale Donella Verdi insieme ai consiglieri Tommaso Grassi e Giacomo Trombi di Firenze riparte a sinistra.

"A metà aprile Casa Pound, un movimento di estrema destra, ha fatto le “passeggiate della legalità”, ovvero vere e proprie “ronde” sulla tramvia tra Scandicci e le Cascine per controllare e fotografare persone ritenute sospette, annotando targhe, sostituendosi, in modo del tutto illegale, alle forze dell’ordine e a tal proposito vorremmo sapere se sono stati presi provvedimenti nei loro confronti. Nell’occasione Casa Pound ha preannunciato l’intenzione di presentarsi, nel 2019, alle prossime elezioni amministrative. La nostra Costituzione, le leggi dello Stato vietano, la propaganda, l’esaltazione pubblica, i principi e la riorganizzazione di associazioni, movimenti o gruppi che si rifanno al fascismo. Sarebbe sufficiente applicare le normative vigenti e non comprendiamo perché chi avrebbe l’autorità di impedirlo continui a consentire e autorizzare queste aperture sul territorio. Non si tratta di limitare la libertà di espressione ma di praticare concretamente e con forza i valori dell’antifascismo e della Costituzione nata dalla Resistenza perché il fascismo non è un’opinione ma un crimine. Esprimiamo sostegno completo ad ANPI e ARCI per la iniziativa in programma oggi al circolo di San Giusto" concludono Verdi Grassi e Trombi. 

Redazione Nove da Firenze