Rubrica — Mostre

Nuova illuminazione del Cortile di Michelozzo

Grazie a Kering


Il gruppo Kering sosterrà il rinnovamento dell’impianto di illuminazione del cortile di Palazzo Vecchio.

Oggetto dell’intervento è il Cortile di Michelozzo, progettato nel 1453 e ampiamente trasformato e abbellito da Giorgio Vasari nel secolo successivo, che rappresenta l’ingresso nobile di Palazzo Vecchio.

I lavori inizieranno nei prossimi mesi e si svilupperanno nel corso del 2021.

“Come avevo affermato un anno fa, quando mi era stato consegnato il Fiorino d’Oro, Firenze e la Toscana ricoprono un significato particolare per me e per il Gruppo Kering.” ha affermato François-Henri Pinault, Presidente e Amministratore Delegato di Kering. “Proprio per questo motivo, vogliamo essere sinceramente vicini alla città in un periodo di particolare difficoltà, e abbiamo deciso di contribuire alla valorizzazione di una delle tante meraviglie Palazzo Vecchio, simbolo di Firenze e della sua tradizione culturale e splendore artistico.” “Quando pensiamo a un luogo dove investire in capacità artigianali e manageriali” – ha concluso Pinault – “questo territorio è in cima alle nostre preferenze, perché ci ha sempre offerto un mix di altissimo livello.”

“Sono molto grato a François-Henri Pinault, che ho sempre stimato come imprenditore lungimirante e coraggioso”, ha dichiarato il Sindaco Dario Nardella. “Proprio un anno fa gli abbiamo consegnato il Fiorino d’Oro perché ha sempre creduto nel nostro territorio, scommettendo sul made in Florence e offrendo opportunità di lavoro e di crescita professionale a tanti giovani. Oggi il gruppo Kering investe ancora su Firenze, rispondendo all’appello che abbiamo lanciato quando le conseguenze della pandemia hanno colpito duramente in particolare le città d’arte.” “Il cortile di Michelozzo - sottolinea il Sindaco - è una perla del Rinascimento, che lascia a bocca aperta chi varca la soglia di Palazzo Vecchio; con questo intervento, il cortile avrà una nuova illuminazione che ne esalterà la bellezza e che - come ogni nuova luce - è segno di speranza per il futuro”.

Il contributo di Kering prende forma all’interno del Piano “Rinasce Firenze”, un’iniziativa promossa dal Comune di Firenze nella scorsa primavera, in piena prima fase della pandemia, con l’obiettivo di favorire la rinascita socio-economica della città, sostenendo i settori culturali, economici, educativi e turistici.

Il contributo verrà erogato sotto forma di erogazione liberale (donazione), ai sensi della legge l. 106/2014 (c.d. Art Bonus).

Il progetto rappresenta un’ulteriore conferma dello stretto legame tra Kering e la città metropolitana fiorentina, dove il gruppo francese continua a investire in modo diretto e attraverso i suoi marchi. Negli ultimi anni, oltre al continuo rafforzamento della leadership di Gucci e agli investimenti per il rilancio di Richard Ginori, l’area metropolitana è stata identificata da Kering per l’avvio delle operazioni di insediamento delle radici produttive anche di Saint Laurent e Balenciaga.

Redazione Nove da Firenze