Novità ai vertici dei Grandi Cru della Costa Toscana

Eletto il nuovo presidente dell’Associazione: Duccio Corsini Bolgheri. Anteprima Vini torna a maggio 2021


Cambio al vertice dei Grandi Cru della Costa Toscana che da oggi avrà come presidente Duccio Corsini, già socio fondatore e membro del Consiglio Direttivo, rappresentante dell’azienda “Tenuta Marsiliana” a Manciano (GR).

In un momento storico unico di grande difficoltà economica per le aziende vitivinicole, Duccio Corsini, con i consiglieri in carica, è chiamato a svolgere un’azione di guida e di indirizzo per la crescita e la promozione della viticultura della Costa Toscana. Attività che per 17 anni è stata svolta con dedizione e grande passione da Ginevra Venerosi Pesciolini, socio fondatore, titolare della Tenuta di Ghizzano.

“...Viviamo un periodo che anticiperà grandi cambiamenti e per poterli affrontare dobbiamo conoscere in maniera più approfondita il nostro territorio, le nostre produzioni senza trascurare quelle sociali come l’ambiente ed il paesaggio: il nostro regalo alle comunità locali. Unire la nostra Sapienza e trasmetterla nei linguaggi e con gli strumenti di oggi e con quelli futuri sarà la nuova strada da percorrere” è la volontà e l’impegno per l’attività di presidenza di Duccio Corsini.

Duccio Corsini, socio di Tenuta Marsiliana e Villa Le Corti, della quale è attualmente Amministratore Unico e Direttore, rappresenterà per l’Associazione Grandi Cru un ambasciatore attivo e propositivo della produzione vitivinicola della Costa Toscana, in continuità con un impegno personale e professionale per l’enologia della regione, in qualità di membro del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Vino Chianti Classico, fondatore e membro del consiglio di amministrazione di San Casciano Classico, delegato di zona dell’Unione Provinciale Agricoltori di Firenze.

LAssociazione Grandi Cru della Costa Toscana

I Grandi Cru della Costa Toscana nascono con atto costitutivo il 15 maggio 2003. A Bolgheri, nel cuore dell’enologia di Costa, la Tenuta San Guido, 12 soci fondatori condividono in uno statuto la volontà e l’impegno di difendere, promuovere e diffondere la cultura della qualità della produzione vinicola dei territori di Massa, Lucca, Pisa, Livorno, Grosseto. Una fascia di terra che si affaccia sul mar Tirreno, quel mare che con i suoi venti ed i suoi profumi rende la zona assolutamente unica. Oggi il mare non è più il solo elemento che accomuna le produzioni di vino da Nord a Sud.

17 anni hanno dato una forte impronta comune nella coltivazione della vite e della biodiversità. La ricerca dell’unicità di ciascuno vino è il nuovo e più forte punto di incontro della costa Toscana. Cru, single vignard o meglio “Genius Loci” è la coraggiosa essenze dei produttori..

Negli anni l’Associazione si è dimostrata presente e propositiva in attività di valorizzazione e promozione in tutte le sedi e con ogni possibile modalità raggiungendo importanti traguardi in primis il riconoscimento nel 2010 della denominazione Costa Toscana IGT.
Oltre all’annuale evento associativo, Anteprima Vini della Costa Toscana, ormai consolidato appuntamento tra wine lovers e operatori di settore, delegazioni di soci partecipano ai grandi saloni internazionali dell’enologia - ProWein, VinExpo Paris, VinExpo Bordeaux - e alle masterclass e degustazioni di Decanter e Falstaff. L’Associazione cura alcune degustazioni delle Guide dei vini per le zone di Lucca, Pisa e Massa Carrara e condivide uno spazio di esposizione e vendita presso l’enoteca dell’aeroporto di Pisa. Dal 2020, in risposta al fermo eventi imposto dal Covid-19, i Grandi Cru si sono messi in viaggio con ApeWine, un progetto innovativo di enoteca itinerante e marketing territoriale.

Oggi 65 produttori della Costa Toscana si riconoscono in questa Associazione spinti dalla volontà di di dare valore alla propria sapienza nella consapevolezza di essere a tutti gli effetti diversi ma uguali, di far parte si di un terroir eterogeneo ma allo stesso tempo di voler fortemente diffondere l’idea di una coscienza unica, sia per intenti che per obiettivi.

Dare valore, per i Vigneron della Costa Toscana, significa crescere all’interno di un vero e proprio sistema di eccellenza, rappresentato dai vini, dal paesaggio, dall’arte e da chi assume un ruolo determinante per la diffusione del messaggio.

Tra i soci ci sono nomi eccellenti che non hanno bisogno di presentazione, nomi che hanno fatto la storia dei Cru di Toscana e che sono stati capaci di superare la tradizione di questa regione, allargandone le prospettive. Insieme ai grandi ci sono molte altre realtà, piccole e giovani, destinate ad un grande futuro, con le loro storie personali da raccontare e da far conoscere.

Grandi e piccoli hanno pensato che la terra a cui appartengono abbia bisogno di una voce comune capace di saper spiegare cosa ci sia dietro ognuno di loro: un microclima, un vitigno antico, una caratteristica del terreno ma anche una storia famigliare, un percorso produttivo, una ricerca o una riscoperta. 

Redazione Nove da Firenze