Nardella: "Stadio Franchi, faremo da soli e lo copriremo"

Dopo le parole di Commisso il sindaco di Firenze ha illustrato il progetto del Comune. A febbraio i primi muratori, da settembre il restyling per cui sarà fatta una gara pubblica. Sarà riqualificato anche il quartiere del Campo di Marte


Finalmente si comincia a fare chiarezza sullo stadio Franchi. Il Comune ha deciso di prendere di petto la questione e lo ha fatto attraverso una conferenza stampa del sindaco Dario Nardella. Nei giorni scorsi il patròn della Fiorentina Rocco Commisso aveva detto che per lui quella dello stadio Franchi, dopo gli indirizzi del Mibact, è una questione chiusa.

"Prendiamo atto della decisione della Fiorentina - ha detto il primo cittadino - noi non possiamo permettere che lo stadio venga abbandonato e faremo da soli. Lavorerò con i miei colleghi della giunta per portare in fondo il progetto di restyling, lavoreremo a fondo per dare a Firenze uno stadio all'altezza". 

Poi Nardella sottolinea i punti positivi pervenuti da Roma: "Nel decreto vi sono aperture da sfruttare. Prima: disponibilità ad adeguare lo stadio agli standard Uefa. Seconda: possibilità di utilizzare volumi commerciali dentro e fuori lo stadio. Terza: la copertura dello stadio e la realizzazione di curve duplicate. Per la prima volta sappiamo con chiarezza cosa si può fare e cosa no".

Il sindaco entra nel tema della tempistica: "A febbraio avremo i muratori allo stadio che inizieranno la messa in sicurezza, fase che terminerà entro settembre poi avverrà il restyling in senso stretto. Essendo ente pubblico, dovremo fare una gara pubblica e sarà un concorso di altissimo livello che ci permetterà di dare a Firenze un risultato di qualità. Inviteremo i migliori progettisti a partecipare al concorso e ve lo posso anticipare, sarà uno stadio verde".

Le aziende che saranno preferite saranno quelle "con esperienza e disponibilità economica. Riqualificheremo anche la zona di Campo di Marte, costruiremo un grande parcheggio vicino a via Campo D'Arrigo e faremo una nuova passerella. Andremo avanti veloci con la progettazione della linea tranviaria che arriverà davanti allo stadio. Il ministero ci ha confermato 249 milioni di euro per la nuova linea, per il Franchi abbiamo calcolato oltre 100 milioni di investimento. Tranquilli, non spenderemo un euro a carico dei cittadini: vogliamo ottenere un finanziamento a tasso zero, ho già contattato la banca internazionale degli investimenti. Niente speculazioni commerciali, mi gioco tutta la mia credibilità di sindaco".

Infine, il rapporto con Rosso Commisso: "Non ho avuto la possibilità di incontrarlo in questi giorni, spero di vederlo presto, voglio illustrargli i dettagli dell'operazione che faremo, occorre andare avanti nel rapporto di collaborazione".

Redazione Nove da Firenze