Nardella: "Manteniamo la pulizia strade, aiuta contro il Coronavirus"

L'annuncio del sindaco in diretta Facebook dalla sua quarantena domiciliare


(DIRE) Firenze, 10 mar. - "Manteniamo la pulizia delle strade, perché vogliamo fare un intervento aggiuntivo e più incisivo di sanificazione". Il servizio "quindi proseguirà. Per questo chiediamo un po' di pazienza ai cittadini", che dovranno "rispettare le regole e gli orari per spostare le auto". Lo spiega il sindaco di Firenze, Dario Nardella, nel corso di una diretta Facebook lanciata per chiarire alcuni aspetti della vita cittadina dopo le nuove disposizioni del governo, che, per contenere il contagio da coronavirus, ha allargato la zona protetta a tutto il Paese. Una diretta da casa, dove il primo cittadino è al quinto giorno di quarantena obbligatoria, in cui tranquillizza: "Non ho sintomi, sto bene". Diverse e su più fronti le informazioni pratiche fornite. Come quelle sui lavori edili in corso che "continueranno ad andare avanti", mentre "si sospendono le procedure per i nuovi cantieri".

E ancora, la questione dei mercati su suolo pubblico: "Per ora - afferma il primo cittadino - li teniamo aperti anche se è fondamentale che, così come per la grande distribuzione, facciano rispettare il contingentamento degli ingressi".

Il sindaco quindi raccomanda di rispettare la regola del metro negli esercizi commerciali, "perché a Firenze, come in tutte le altre città, saranno intensificati i controlli" e le misure adottate prevedono sanzioni che possono arrivare fino alla "sospensione dell'attivita'". Certo, prosegue, "per chi ha un bar, un ristorante o un albergo è un momento difficilissimo, lo so". Però "il ministero dello Sviluppo economico ha chiarito che bar e ristoranti possono comunque fare la consegna dei pasti a domicilio, anche dopo le 18". E' invece stoppato il servizio take away.

Infine, Nardella si sofferma sulla situazione economica "molto difficile". Tuttavia il "governo ha annunciato che molto presto, forse già domani, farà un provvedimento per sospendere il pagamento di bollette, utenze e mutui". Palazzo Chigi, inoltre, "si sta attrezzando per aiutare le imprese del settore turismo" e "come comuni abbiamo chiesto un piano immediato di aiuti".

C'è poi il grande tema della mobilità. Nardella ribadisce la necessità di non uscire di casa "per questioni futili", mentre sugli spostamenti consentiti dal decreto spiega: "La cosa importante è avere l'autocertificazione", per questo "forniremo il modulo: lo pubblicheremo sulla rete civica ed è bene che ognuno se lo porti dietro".

Redazione Nove da Firenze