Rubrica — Empoli Calcio

Napoli vs Empoli 5- 1. Il Napoli incanta con I tre gol di Mertens. L'Empoli sempre più in "mezzo al guado".

Il Napoli stravince con l'Empoli ed il protagonista indiscusso è Dries Mertens con la sua tripletta oltre alla sua prestazione super che ne ha messo in evidenza la sua forma invidiabile.


 Il Napoli ha fatto la differenza in tutta la fase offensiva, non solo con Mertens ma anche con Lorenzo Insigne, che ha sbloccato di fatto la gara.   Con la tripletta dell’attaccante belga, certo, ma anche con le invenzioni di Lorenzo Insigne, che ha avuto il merito di sbloccare la partita, oltre alla rete di Milik. Si nota subito che funziona l'intesa tra Mertens e Insigne mettendo subito in apprensione la difesa dell'Empoli tanto che dopo appena 9 minuti il Napoli sblocca il risultato con Koulibaly che controlla per Insigne che con un tocco finalizza a rete.Sul fronte Empoli Antonelli forse è l'uomo più pericoloso tanto che gli viene annullato un gol al 15' per fuorigioco. Nonostante questo l'Empoli commette tanti errori in fase di appoggio e quello di Di Lorenzo facilita l'azione per il raddoppio del Napoli. Il passaggio arretrato di Di Lorenzo è troppo corto mettendo in condizione Insigne di intercettarlo che con un tocco consente a Mertens di inserirsi per indirizzare il pallone nell'angolo più lontano della porta di Provedel, il cui tentativo di deviarla si è rivelato tardivo.

Il Napoli, dopo il doppio vantaggio, sembra rilassarsi facilitando all'Empoli di potersi esprimere: infatti Caputo trova un guizzo in contropiede per accorciare le distanze, ma soprattutto per riaprire la gara. A quel punto il Napoli riprende al ritmo di prima. Ancelotti fa subentrare Callejon a Fabian Ruiz che si dimostra un'idea geniale per aver assistito Mertens sul terzo gol. Poi arriva la rete di Milik e la terza dell'attaccante belga che chiude definitivamente la partita.

Risultato finale: Napoli 5 Empoli 1 

L'Empoli affronterà nella prossima gara, al Castellani, l'Udinese e la sua classifica è sempre più compromessa nei bassi fondi, a secco di vittorie, ma soprattutto a secco di risultati positivi e di gol dal momento che il settore offensivo non produce niente anche perchè manca l'intesa tra gli attaccanti e se qualcuno tira si assiste alla" sagra" dei pali e delle traverse. Ma l'Empoli non era una società che formava i giovani, una vera e propria palestra per crescere, per fare il salto di qualità? Che peccato vedere Nino La Gumina in panchina, un attaccante puro con potenzialità notevoli e che quando gioca mi fa venire a mente il quadro di Munch "l'urlo" e di lì mi rendo conto che l'Empoli è cambiato, conseguenza logica del mutare dei tempi, ma a volte i cambiamenti non sono sinonimo miglioramenti perché i cambiamenti necessitano di forze per sostenerli e di lì mi chiedo quali sono le potenzialità attuali dell'Empoli che qualche mese fa pareva un giocattolo perfetto, di categoria inferiore, ma perfetto e diventato così tanto imperfetto da far pensare se riuscirà a centrare la salvezza per la gioia dei suoi tifosi, già i tifosi ..quei pochi ma veri e fedeli, definiti il fiore all'occhiello dell'Empoli, di quale Empoli, quello del passato o quello di adesso? 

NAPOLI (4-4-2): Karnezis; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Rog (63′ Allan), Diawara, Fabian Ruiz (63′ Callejon), Zielinski (83′ Milik); Mertens, Insigne. Allenatore: Ancelotti

EMPOLI (4-3-2-1): Provedel, Di Lorenzo, Silvestre, Maietta, Antonelli, Acquah (67′ Zajc), Bennacer, Traorè, Krunic (68′ Pasqual), Ucan (79′ La Gumina), Caputo. Allenatore: Andreazzoli

RETI: 9′ Insigne (N), 38′ Mertens (N), 58′ Caputo (E), 64′ Mertens (N), 90′ Milik (N), 93′ Mertens (N)

AMMONIZIONI: Bennacer, Di Lorenzo (E)

ESPULSIONI:

RECUPERO: 0′ nel primo tempo, 3′ nel secondo tempo

STADIO: San Paolo

Empoli Calcio — rubrica a cura di Franca Ciari

Franca Ciari

Franca Ciari — Giornalista pubblicista di formazione classica giuridico-economica (commercialista laureata all'Università degli Studi di Siena). Vive a Empoli e si occupa di calcio dal 2008, in particolare della squadra di casa , protagonista da 30 anni della scena italiana del pallone professionistico

E-mail: francaciari@gmail.com