Movida sicura, evento a Firenze: emozione forte non vuol dire morte

L’assessore Gianassi: “Una importante occasione di confronto e di riflessione non solo per addetti ai lavori ma per l’intera città”


Fornire l’opportunità di confronto e riflessione sulla movida coinvolgendo in primis i gestori dei locali e gli addetti ai lavori, ma anche i giovani frequentatori e il mondo dell’informazione. È questo l’obiettivo dell’evento “Emozione forte non vuol dire morte - Per una movida che fa battere il cuore senza fermarlo” in programma il 12 marzo a Palazzo Vecchio.

L’appuntamento, organizzato da Italia Loves Sicurezza con il patrocinio del Comune di Firenze e la sponsorizzazione di Sfera Ingegneria e la partnership di SILB-Associazione Italiana Locali da Ballo e Confcommercio-Imprese per l’Italia, è stato presentato questa mattina in Palazzo Vecchio alla presenza dell’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi e da Stefano Pancari, presidente di Sfera Ingegneria e ambassador del movimento no profit Italia Loves Sicurezza.

“L’Amministrazione si è molto impegnata in questi anni sul tema della sicurezza nei vari aspetti che vanno dalla sicurezza pubblica a quella stradale, da quella sui luoghi di lavoro a quella appunto nei locali, dove tante persone si ritrovano e hanno diritto di passare una serata di divertimento senza rischi – ha dichiarato l’assessore Gianassi –. Questo evento vuole essere quindi l’inizio di un percorso per un maggior coinvolgimento dei vari interlocutori e della città su queste tematiche nell’interesse di tutti. Ringrazio gli organizzatori, impegnati da tempo su iniziative legate al tema della sicurezza, per questa opportunità che ci consente di lavorare a livello di prevenzione e di costruzione di una cultura della sicurezza anche nell’ambito della movida”.

“Aprire gli spazi di un locale al pubblico richiede responsabilità e senso del dovere – ha spiegato Pancari –. Garantire ambienti che non mettano a rischio l’incolumità di chi li frequenta dovrebbe essere, prima ancora che un obbligo di legge, una priorità etica e una scelta consapevole. Questo incontro si propone come momento di confronto e riflessione non convenzionale sulla sicurezza nei locali di pubblico spettacolo, con l’obiettivo di aumentare conoscenza e consapevolezza sul tema e di giungere alla modifica delle abitudini comportamentali e di pensiero che portano a commettere errori fatali. L’evento si rivolge ai gestori dei locali di pubblico spettacolo, alle strutture ricettive e turistiche, ai giovani che vivono la movida serale, ma anche ai giornalisti che con il loro lavoro influenzano l’opinione pubblica e diffondono informazioni”.

Per quanto riguarda il programma, i relatori illustreranno i contenuti, racconteranno case history e guideranno riflessioni, dedicando uno spazio al confronto con il pubblico intervenuto attraverso un momento di domande-risposte. Interverranno Stefano Pancari, presidente di Sfera Ingegneria e Ambassador del movimento Italia Loves Sicurezza; Simone Giacinti, attore protagonista di una clip sulla sicurezza ai concerti; Riccardo Tarantoli, presidente SILB-Sindacato Italiano Locali da Ballo di Confcommercio Firenze; Leonardo Montaleni, giornalista de La Nazione. L’appuntamento è il 12 marzo presso la Sala d’Arme di Palazzo Vecchio dalle 15.30 alle 17.30. Per info e iscrizioni www.sferaingegneria.com/eventi/emozione-forte-non...

Redazione Nove da Firenze