Rubrica — In cucina

Monte San Savino: nasce la paella made in Tuscany

Tra gli ingredienti di questo piatto, frutto di un progetto nato dalla collaborazione tra la pro loco savinese e chef Shady Hasbun, rientrano porchetta, finocchiona, zafferano, peperoni, patate, vino e olio extravergine d’oliva. Il 30 e 31 agosto presentazione e degustazione


MONTE SAN SAVINO (AR) – Una ricetta per riunire e per valorizzare le eccellenze gastronomiche di Monte San Savino. Il progetto, frutto della collaborazione tra la Pro Loco savinese e chef Shady Hasbun, prevede la creazione di un piatto a chilometro zero denominato “La paella del Monte” che verrà realizzato con il coinvolgimento dei principali produttori locali e che sarà servito per la prima volta nella serata di sabato 31 agosto tra gli eventi che anticipano la storica “Sagra della porchetta”.

Questa manifestazione ha recentemente ricevuto il marchio di “Sagra di qualità” dall’Unione Nazionale delle Pro Loco, rientrando così tra gli eventi maggiormente capaci di qualificare e identificare i prodotti storici dei vari territori della penisola. Il riconoscimento ha motivato la Pro Loco di Monte San Savino ad impegnarsi ulteriormente nella valorizzazione delle proprie tipicità, attivando la collaborazione con un cuoco professionista quale chef Shady che ha acquisito notorietà a livello nazionale per le molteplici partecipazioni nelle principali trasmissioni mattutine di RaiUno e in eventi diffusi in tutta Italia. La sinergia è stata orientata proprio verso l’ideazione di un piatto capace di esprimere l’identità del territorio: “La paella del Monte”. «Il progetto - spiega Marco Cavallini, presidente della Pro Loco, - è di preparare un piatto capace di valorizzare l’identità e le caratteristiche della nostra gastronomia. La nuova ricetta gourmet de “La paella del Monte” riunirà tanti diversi prodotti tipici di Monte San Savino e verrà brevettata con l’obiettivo di farne un vero e proprio biglietto da visita per la promozione del nostro territorio attraverso la cucina e il buon mangiare».

Il progetto ambisce a coinvolgere le principali realtà agro-alimentari del territorio che contribuiranno con i loro prodotti a chilometro zero alla realizzazione de “La paella del Monte”. Tra gli ingredienti di questo piatto rientreranno, ad esempio, porchetta, finocchiona, zafferano, peperoni, patate, vino e olio extravergine d’oliva. 

Il tutto sarà assemblato da chef Shady nel corso di un doppio evento pubblico aperto alla partecipazione di tutti: venerdì 30 agosto verrà presentato e spiegato il progetto presso le Logge dei Mercanti, mentre la serata successiva è in programma una cena alle 20.15 che troverà il proprio punto di forza proprio nella possibilità di assaggiare questo piatto. «“La paella del Monte” - aggiunge il cuoco, - sarà un piatto creativo e colorato capace di rappresentare tutto un territorio e i suoi produttori, con la tradizione gastronomica savinese che incontrerà l’innovazione e la sperimentazione di nuovi sapori. Questa ricetta diventerà uno strumento e un’occasione per raccontare Monte San Savino attraverso le sue eccellenze».

Redazione Nove da Firenze