"Mobilità sostenibile, estendere il buono a tutti i Comuni toscani"

Il Consiglio approva l’atto presentato dai consiglieri regionali di Italia Viva


Firenze – “Attivarsi presso il Governo affinché sia prevista l’estensione della misura del buono mobilità a tutti i comuni toscani, anche sotto i 50mila abitanti, in modo da garantire efficacia delle disposizioni contenute nel decreto rilancio ed integrarsi con quanto stanziato a livello regionale per potenziare la rete di piste ciclabili e favorire azioni di mobilità sostenibile a partire dalla fase 2 dell’emergenza Covid-19”. Questo l’impegno chiesto alla Giunta regionale nella mozione presentata dai consiglieri regionali di Italia Viva, Stefano Scaramelli, Elisabetta Meucci e Massimo Baldi.


Nell’atto si ricorda che il buono mobilità potrà coprire fino al 60 per cento delle spese per l’acquisto di bici anche a pedalata assistita e veicoli per la micro mobilità elettrica, con un contributo massimo di 500 euro. E che, così come attualmente impostato, escluderebbe 260 dei 273 Comuni della Toscana (tutti quelli al di sotto dei 50mila abitanti), "riducendo notevolmente la portata delle disposizioni adottate". Il bonus ha effetto retroattivo per chi abbia fatto acquisti dal 4 maggio 2020 e durerà fino al 31 dicembre 2020.

Redazione Nove da Firenze