Mascherine all'aperto, Conte: "Valuteremo obbligo"

Gelli (Fondazione Italia in Salute): “Se i contagi aumentano, bisogna considerare la misura in tutta Italia”


Roma, 2 ottobre 2020- L'obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto "è una decisione che il governo non ha preso. E' stata appena adottata da qualche regione, che ha valutato la situazione come critica". Lo sottolinea il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Bene il presidente Zingaretti che, a fronte del crescere dei contagi e dei ricoveri per Covid nel Lazio, ha deciso opportunamente di inserire un obbligo nell'utilizzo di mascherine anche all'aperto. Ricordiamo che, fino a che non sarà pronto un vaccino efficace, le uniche armi a nostra disposizione per difenderci dal virus restano proprio l'uso delle mascherine, l'igienizzazione frequente delle mani ed il mantenimento delle distanze". Così il presidente della Fondazione Italia in Salute, Federico Gelli, ha commentato l'ordinanza della Regione Lazio. "Quanto alla possibilità preannunciata dalla sottosegretaria alla Salute Zampa di estendere l'obbligo di mascherine all'aperto in tutta Italia, direi che la situazione andrà valutata a livello regionale di settimana in settimana. In caso di una costante crescita dei contagi su tutto il territorio nazionale, questa è una decisione che potrà essere sicuramente presa in considerazione. Se oggi l'Italia può vantare un numero di casi più basso rispetto ai paesi europei confinanti è anche grazie all'alto livello di attenzione tenuto da istituzioni e popolazione. Non dobbiamo abbassare la guardia", ha concluso Gelli.

Intanto dagli Usa fa scalpore la notizia del contagio di Trump ad un mese dalle elezioni presidenziali del prossimo 3 novembre.

Redazione Nove da Firenze