Rubrica — Spettacolo

Manifattura Tabacchi: Aosta Publishing

E' il nuovo progetto di TOAST Project Space


Continuano le riflessioni sui linguaggi e sulle pratiche della contemporaneità, lo scambio di esperienze e il rapporto dialettico tra artista, critica e pubblico.

Parte Aosta Publishing, nuovo progetto di Toast Project Space.

Aosta Publishing è un ciclo di edizioni a tiratura limitata dedicato alla pratica artistica e curatoriale.

In un momento nel quale il dialogo avviene attraverso i canali digitali, Toast Project Space intende preservare l’esperienza diretta con l’opera e lo fa sviluppando un progetto che possa servirsi di tutti i mezzi a disposizione.

L’intento è quello di traslare lo spazio fisico di Toast Project Space in uno spazio-oggetto attraverso la carta stampata.

Giacomo Montanelli è il primo artista invitato a relazionarsi con questo luogo espositivo. Oltre agli interventi dell’artista, Dexter include un fake magazine realizzato grazie al contributo di numerosi artisti e critici. Con Dexter, «Toast Project Space - afferma Giacomo Montanelli - diventa un laboratorio di analisi dove poter scomporre gli elementi e risistemarli in ordini nuovi, cercando sempre altre strade, nuove possibilità».


A partire dal 6 maggio, le edizioni saranno spedite tramite posta.

Tutti i dettagli verranno forniti una volta effettuata la prenotazione dell'opera, disponibile fino a esaurimento. Per info: info@toastprojectspace.com.

GIACOMO MONTANELLI, nato a San Miniato (PI). Ha studiato Pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano. Vive e lavora tra San Miniato e Milano. Ha organizzato Amaretto, Villa Vertua Masolo, Milano, 2019. Ha partecipato a Incontro #12 A question of desire (curata da Bianca Baroni, Adrian Paci e Gianni Caravaggio), Fondazione Pini, Milano, 2017; Stupido come un pittore (curata da Rossella Farinotti e Simona Squadrito) a Villa Vertua Masolo, Milano, 2018; Passion for the path of art (curata da Ilaria Bonacossa), Cardi Gallery, Milano, 2019; NOI X SEMPRE (Federico Cantale, Jimmy Milani, Giacomo Montanelli), Yellow, Varese, 2019; Primavera (capitolo 4), Residenza la Fornace (curata da Edoardo Manzoni e Giada Olivotto); Cantieri Aperti/Dispositivi Inattuali (curata da Alessandra Franetovich, Carolina Gestri, Giulio Saverio Rossi, Gabriele Tosi), Massa, 2019; Simposio di pittura (curata da Luigi Antonio Presicce) Fondazione Lac o Le Mon, Lecce, 2019.

TOAST PROJECT SPACE è uno spazio indipendente aperto al confronto e alla sperimentazione delle pratiche artistiche contemporanee. Fondato nel 2019 dall’artista Stefano Giuri nell’ex casotto della portineria di Manifattura Tabacchi a Firenze, l'attività dello spazio prevede mostre bimestrali, dove gli artisti sono invitati a produrre un progetto “site specific”. TOAST Project Space ha preso vita durante le Residenze d’Artista a cura di Sergio Risaliti.

MANIFATTURA TABACCHI è un complesso di 16 edifici industriali costruiti nel corso degli anni ‘30, elegantemente disposti su circa 100.000 mq di superficie a creare una varietà di piazze, strade e passaggi. A seguito della chiusura avvenuta il 16 marzo del 2001, dopo più di sessant’anni di attività in cui è arrivata a dar lavoro a oltre 1400 dipendenti, nel 2016 è stato avviato il processo di riqualificazione con l’obiettivo di realizzare un progetto di rigenerazione unico nel suo genere: un nuovo quartiere per la città, un centro per l’arte, la moda e la cultura contemporanea, sostenibile, aperto a tutti e connesso al mondo. Dal 2018 promuove un intenso programma di attivazione in spazi appositamente recuperati in attesa della loro destinazione finale.

www.toastprojectspace.com

Toast Project Space

Redazione Nove da Firenze