L'uomo in passerella dal 16 al 19 giugno

Nuovi stili, linguaggi e modi di vivere “a colori” che Pitti Uomo celebra nell’estate 2015. A Firenze il meglio del Made in USA


Dal 16 al 19 giugno è di scena Pitti Uomo 88, la manifestazione internazionale di riferimento per la moda maschile e i percorsi del lifestyle contemporaneo. Una geografia dinamica e in continua evoluzione quella di Pitti Uomo, sensibile a captare i nuovi climi della moda e ad esprimerli con nuovi e talora spiazzanti progetti. Come la nuova sezione Open che supera la distinzione di genere per dettare una precisa indicazione di stile o la proposta di Unconventional, nata per dare voce alle più grintose correnti luxury underground. E poi gli stili del menswear di domani esplorati da Futuro Maschile e dalle sezioni di punta nella ricerca fashion come Touch! e l’Altro Uomo, i progetti speciali lanciati dai nomi del design internazionale e le iniziative a supporto dei nuovi talenti. Pitti Uomo si consolida nel suo ruolo di global platform pe importanti aziende e gruppi internazionali della moda, per brand ancora poco conosciuti, per i players istituzionali del sistema moda che al salone presentano nuove progettualità destinate alla scena mondiale. Con un numero record di richieste di partecipazioni internazionali – il 40% delle aziende a questa edizione da oltre 30 paesi – Pitti Uomo 88 accoglierà i visitatori in modo sempre unico, in un’atmosfera business oriented e insieme di piacere e intrattenimento.

THAT’S PITTICOLOR! è il tema-guida dei saloni di giugno – afferma Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine - e parlerà di colore e di colori, quelli in cui siamo da sempre continuamente immersi, quelli che ci stanno attorno, che portiamo addosso, che sono dentro di noi e davanti ai nostri occhi. Il linguaggio del colore è anche uno dei codici fondamentali della moda, e porterà ancora una volta a un’energetica immersione in nuovi stili e modi di vivere. Parleremo e progetteremo a colori i Pitti di questa estate per guardare il mondo in Pitticolor.” Con un set design a cura di Oliviero Baldini, la Fortezza da Basso accoglierà i visitatori con una caleidoscopica esperienza tra installazioni, giochi di luce e sorprendenti incursioni cromatiche, che trasformeranno il suolo del Piazzale antistante il Padiglione Centrale in un inedito tappeto multicolor.

Per celebrare il tema dei saloni estivi di Pitti Immagine, la mostra LIVINGCOLOR curata dal magazine LIVING Corriere della Sera per Pitti Immagine racconta il colore come espressione di energia creativa. All’ingresso di Just Like a Man, al Piano Attico del Padiglione Centrale, una photogallery lo esplora in tutte le sue sfumature contemporanee. Ma anche negli infiniti modi in cui può essere interpretato nel campo dell’arredamento, della decorazione e del design. Un viaggio alla scoperta delle novità presentate durante l’ultima edizione del Salone del Mobile di Milano e del Fuorisalone. E un percorso cromatico declinato in cinque temi: effetto cangiante, il colore oggetto, tendenza materia, colore hi-tech, effetto arcobaleno. Mutevole, psichedelico e ancora digitale, multicromatico o concettuale. Rielaborato dalle firme più interessanti del design – da Nendo a Patricia Urquiola, da Lee Broom a Fernando e Humberto Campana – il colore mostra il suo potenziale in termini di carattere, qualità e innovazione.

A ogni edizione si reinventano le regole del gioco espositivo, potenziando sempre più la trasversalità dell’offerta, anche attraverso i Pop Up Stores, close up su specifici prodotti design. Il percorso si sviluppa al Piano Inferiore con collezioni – come (+) People, Ernesto, Felisi, Lardini, Moreschi, Roda e Tonello - che esprimono una raffinata ricerca sartoriale, riletta in chiave contemporary classic. Ma sta calamitando una nuova attenzione da parte dei buyer delle boutique più sofisticate anche il Piano Attico, con i suoi importanti esponenti del nuovo classico - come Allegri, Altea, Cedes, Herno, Massimo Alba, Massimo Piombo, Paraboot, PT01 Pantaloni Torino, Richard James, Sartorio, The Gigi, Thomas Mason - e l’altissima qualità del loro prodotto, prezioso e fatto di tessuti e lavorazioni esclusive. E poi il Piano Terra, che si esprime attraverso le collezioni di brand come Gherardini, Harmont & Blaine, Manuel Ritz, Roy Roger’s, Sand, Sutor Mantellassi e Tumi, in un dialogo aperto e trasversale con gli altri mondi di Pitti Uomo.

A Pitti Uomo 88 debutta OPEN, il nuovo progetto di Pitti Immagine che interpreta in maniera sofisticata il mondo delle collezioni di nuova generazione che superano i concetti di maschile e femminile, un segmento in forte ascesa che sta calamitando sempre più le attenzioni del mercato internazionale. “Con la consueta sensibilità nel captare i mutamenti dello stile - afferma Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine - e l’affacciarsi di nuovi trend nella moda contemporanea, Pitti Uomo affronta un tema di grande attualità oggi, quello delle collezioni che superano il concetto di genere: un’evoluzione estetica in questo momento prepotentemente sotto i riflettori, figlia delle nuove generazioni di ragazzi e ragazze che vivono nelle metropoli globali, e che da fenomeno culturale sempre più sta diventando un driver del mercato. Pitti ha così deciso di firmare la sua personale interpretazione di questo stile elegante e con una regia sempre più proiettata al futuro lancia OPEN: una selezione unica di collezioni internazionali di ricerca, un viaggio attraverso abiti e accessori pensati per essere indossati con nonchalance da lui e da lei”. Con un editing orientato a dettare uno specifico indirizzo di stile, OPEN prenderà spazio nella Sala del Rondino, location d’eccezione della Fortezza da Basso situata accanto a sezioni di punta nella ricerca fashion come Futuro Maschile e Touch!. Focus sulle collezioni di circa 20 brand internazionali tra le quali segnaliamo: Caterina Belluardo, Dalton Bros, Imp Of The Roses, Kyme Sunglasses, Maison Marcy, Mothersons, Mulo, N3m – Noitremilano, Rumisu, Solovière e Var/City. “Il tutto all’interno di un’ambientazione “concettuale” appositamente ideata da Storage Associati - continua Agostino Poletto - noto studio di progettazione basato a Milano che lavora sulla contaminazione delle diverse arti, partner di importanti aziende internazionali di moda e design, che interpreterà questa nuova sfida di stile con una scenografia minimale e iper sofisticata” .

Pitti Immagine e MINI hanno siglato una partnership con una serie di progetti comuni nel 2015 che si focalizzano sulle tendenze lifestyle più originali e sulla cultura urbana. Un sodalizio creativo tra due mondi che in comune hanno valori e obiettivi, legati a un approccio lifestyle all’insegna dell’innovazione e della ricerca creativa. MINI sarà presente a Pitti Uomo 88 con uno spazio di oltre 100mq dove verrà presentato un progettoche vede MINI inserirsi concretamente nel mondo del fashion, confermando anche per questa edizione il supporto ai giovani designer italiani.


In occasione di That’s Pitticolor!, Pitti Uomopresenta #GOLDMANIAC, unprogetto esclusivo realizzato in collaborazione con Antonia, la prestigiosa boutique milanese guidata da Maurizio Purificato. Prima tappa di una serie di collaborazioni con top retailer internazionali, #GOLDMANIAC andrà in scena all’interno di Futuro Maschile - nel nuovo spazio della Sala della Ronda - con uno speciale temporary shop curato nel layout da JoAnn Tan, talento del design internazionale. Protagonista, una capsule collection limited edition di oggetti iconici vestiti, per l’occasione, da bagliori dorati e prodotti da una selezione di espositori di Pitti Uomo 88: le chukka Del Toro, gli occhiali targati Spektre, il baseball cap di Starter, lo zainetto di Mi-Pac,il giacchinoK-Way, il swimsuit di Hartford, la T-shirt di YMC, la T-shirt e la felpa Todd Snyder Champion, il sound blaster Nixon, la iPhone cover 2Me, e le flip-flop firmate Dan Ward. In più, all’interno di uno spazio dedicato che sarà insieme bar e set fotografico per i Pitti People, Heineken servirà un’edizione Gold della sua birra. Al termine della manifestazione, la capsule sarà in vendita a Milano da Excelsior.

Forte del successo ottenuto nelle scorse due edizioni, Proraso torna con il suo Temporary Barber Shop all’evento per eccellenza dedicato al lifestyle maschile, Pitti Immagine UomoDal 16 al 19 giugno al Piano Attico del Padiglione Centrale, Proraso offrirà un servizio di rasatura tradizionale e regolazione di barba e baffi all’interno della barberia dal layout moderno e all’avanguardia ideata e realizzata da Patricia Urquiola.

Alternative Set è il programma di temporary events e installazioni in spazi particolari all’interno della Fortezza da Basso, realizzati da un numero selezionato di designer. Eventi che non si svolgono all’interno degli stand ma in luoghi nevralgici del percorso del salone e sperimentano nuove modalità di comunicazione e promozione di sé, inevitabilmente sorprendenti. Tra i nomi di questa edizione: Jimi Roos + D.A.T.E., Mauna Kea, Mothersons, Norwegian Rain with T Michael/Ralph Vaessen.

Prosegue la collaborazione di Pitti Immagine con una delle realtà espositive più interessanti in ambito internazionale, Liberty Fairs, i saloni statunitensi creati da Sam Ben-Avraham. Gli Archivi ospiteranno BORN IN THE USA by Liberty Fairs, il progetto che porterà alla Fortezza da Basso la proposta di alcuni tra i più qualificati brand nati e prodotti negli USA - un accurato mix&match che spazia dal mondo classico allo sportswear. Tra i nomi presenti: 3sixteen, American Trench, Blind Barber, Cockpit Usa, Ernest Supplies, Ernest Alexander, Filson, Frank Clegg, Freenote, Knickerbocker Mfg. Co., Krammer & Stoudt, MSL by Billy Reid, Oak Street Bootmakers, Perfecto by Schott, Quoddy, Red Wing, Save Khaki, Schott, Shwood, Slightly Alabama, The Brooklyn Circus / Bkc, The Hill-Side e Upstate Stock.


Isetan Shinjuku-Tokyo, uno dei più importanti department store al mondo, ospita nel suo edificio (100 mila visitatori al giorno) uno speciale progetto promozionale di moda maschile: i suoi clienti avranno la possibilità di fare pre-ordini, in esclusiva, di una selezione di marchi di Pitti Uomo. E in più saranno presentati gli eventi e i protagonisti del salone di Firenze.

Per celebrare l'Italian Sartorial Style Saks Fifth Avenue in collaborazione con Agenzia ICE di New York lancia uno speciale progetto che prevede la promozione di una selezione di brand italiani - tra cui diversi brand iconici di Pitti Uomo - in tutti i negozi Saks degli Stati Uniti. Per tre settimane a partire dal Father’s Day - il 21 giugno - 6 vetrine nel flagship store Saks di New York e negli altri 39 store, saranno dedicate a questo progetto che prevede anche una special issue del catalogo con alcuni scatti d’autore in location iconiche di Firenze.

Protagonista a questa edizione di Just Like a Man, anche la lounge bar firmata Cuoio di Toscana, il marchio ambasciatore nel mondo della qualità del Made in Italy, che offrirà agli ospiti l’opportunità di vivere una vera "leather experience”, facendosi avvolgere dal profumo e dalla sensazione unica di vivere e calzare vero cuoio. La lounge del piano attico del Padiglione Centrale diventa così un accogliente rifugio per i visitatori di Pitti 88: un’area dove prendersi una pausa, in un ambiente da gentleman contemporaneo in cui scoprire tutte le declinazioni del cuoio. L’ambientazione è quella di uno studiolo di un principe rinascimentale: pareti e pavimento rivestiti di cuoio - naturale, ma anche rosso, magenta, giallo ocra - arricchito dalla tecnologia, i colori, i trattamenti e il gusto di oggi. Cuoio. Fra trattamenti e samples esclusivi, Cuoio di Toscana metterà a disposizione degli ospiti anche il suo ultimo prodotto: la “Smartshoe” che, grazie al tag NFC inserito in modo invisibile e permanente nella suola, permette di tracciare l’origine e la lavorazione della calzatura, ma anche ottenere informazioni sulla storia dell’azienda che l’ha prodotta, e perfino consigli di styling e di grooming, per abbinarla e curarla al meglio.

Con sede tra Pisa e Firenze, Waste Recycling tratta ogni anno oltre 400.000 tonnellate di rifiuti pericolosi e non, solidi e liquidi. E proprio il trattamento dei rifiuti allo stato liquido è negli anni diventato core business dell’azienda toscana. Ogni settimana sono centinaia le cisterne che entrano negli impianti della Waste Recycling per la raccolta dei reflui. Gabbie di acciaio e plastica che giungono alla Waste Recycling per iniziare il loro trattamento che li trasformerà in liquidi non più inquinanti. Queste cisternette bonificate, impilate e ancorate una sull’altra, hanno dato vita negli anni a straordinarie installazioni. Suggestive strutture che Waste Recycling firma con il marchio Scart, Il lato bello e utile del rifiuto e che costituiscono elementi scenografici per opere teatrali e spettacoli artistici come quello che al Teatro del Silenzio di Lajatico 2014 ha visto protagonisti Andrea Bocelli e Placido Domingo. E proprio a Pitti Uomo 88, per celebrare il tema guida della manifestazione, That’s PITTICOLOR!, 100 coloratissime cisternette di Waste Recycling comporranno una serie di installazioni presenti lungo il percorso della manifestazione. Non è d’altronde la prima occasione in cui il nome di Waste Recycling è associato al mondo della moda. Ne è un esempio il calendario Waste Recycling 2015 - con gli scatti firmati dal fotografo Andrea Varani - che ha lanciato il nuovo marchio “Best Recycling” per l’avvio a recupero del 100% degli scarti di lavorazione prodotti da chi realizza capi in pelle, in pellicceria, in tessuto, abiti, scarpe e accessori moda in genere.

Redazione Nove da Firenze