Lite dopo un sorpasso, urto di specchietti: automobilista in ospedale

L’incidente stamani in Lungarno Vespucci tra una vettura e un motocarro. Perde il controllo del ciclomotore e sbatte contro un’auto in sosta, la Polizia Municipale lo trova positivo al drug test e con il patentino scaduto


Gli agenti presenti sul posto per controlli si sono trovati davanti un urto tra specchietti finito con un automobilista in ospedale, mentre il conducente del motocarro rischia la denuncia. È accaduto questa mattina in Lungarno Vespucci. Intorno alle 9 un automobilista ha sorpassato un'Ape e nel corso della manovra gli specchietti dei due veicoli si sarebbero urtati, forse per uno spostamento del mezzo sorpassato. L’uomo alla guida della vettura, un fiorentino del 1947, si è fermato più avanti ed è sceso dirigendosi verso il motocarro. A questo punto il conducente, un 50enne accompagnato dal padre 78enne, è ripartito con il suo mezzo finendo con passare con una ruota sopra a un piede dell’automobilista. Tutto questo sotto gli occhi di due agenti dell’Autoreparto della Polizia Municipale, in servizio in borghese sul lungarno, che sono immediatamente intervenuti e hanno avvisato il magistrato di turno. L’automobilista è stato portato in ospedale dove è stato operato. Per il conducente si prospetta una denuncia per lesioni gravi su incidente stradale (prevista d’ufficio in caso di oltre 40 giorni di prognosi). Il lungarno è stato temporaneamente chiuso per consentire le operazioni di soccorso.

Si è messo alla guida del ciclomotore del padre ma, sotto l’effetto dell’eroina, ha perso il controllo del mezzo finendo contro un’auto in sosta. Per l’uomo, un fiorentino di 39 anni, è scattata la denuncia: la Polizia Municipale l’ha trovato positivo al drug test e con il patentino scaduto. È successo ieri intorno alle 19 in via del Ponte alle Mosse. Una pattuglia dell’Infortunistica Stradale è intervenuta su un incidente che ha visto il coinvolgimento di un uomo in sella a un ciclomotore: questi, sul mezzo del padre, percorrendo la strada verso Porta al Prato per cause da accertare ha perso il controllo del motorino. Il veicolo è andato a urtare un’auto in sosta sulla parte sinistra della strada. L’impatto col suolo è stato violento ma all’arrivo degli agenti l’uomo ha rifiutato l’intervento del 118 ed è voluto rimanere sul posto. La pattuglia ha sottoposto l’uomo al drug test al quale è risultato positivo all’eroina: è stato quindi accompagnato al Pronto Soccorso di Careggi per il prelievo ematico anche per la rilevazione del tasso alcolemico. Gli agenti hanno trovato anche quella che sembrerebbe sostanza stupefacente, verosimilmente per uso personale, e hanno accertato che il fiorentino guidava con patentino scaduto da fine 2015 (sanzione da 155 euro e ritiro del patentino). Per il 39enne è scattata la denuncia per guida in condizione di alterazione psicofisica correlata con l’uso di sostanze stupefacenti. Il ciclomotore non è stato sequestrato perché di proprietà del padre del trasgressore: al genitore arriverà un verbale per incauto affidamento del veicolo al figlio sprovvisto di patentino (389 euro).

Redazione Nove da Firenze