Prelievi ematici: abbattimento delle liste di attesa entro il 15 luglio

La Regione potenzia call center e punti di prenotazione. Riapre da lunedì 13 il punto prelievi di Santa Maria Nuova. Potenziato il numero di operatori anche al Presidio D’Annunzio


Firenze– Le aziende e gli enti del sistema sanitario regionale dovranno procedere subito al potenziamento delle attività dei propri call center e dei punti di prenotazione, in modo tale da raggiungere, entro il il prossimo 15 luglio, gli indici di catchment registrati nel periodo pre-Covid (rapporto fra prenotato e prescritto), così come prevede il piano regionale di gestione dei tempi di attesa, nel rispetto degli indirizzi nazionali. Lo definisce un’apposita delibera, approvata nell’ultima seduta di Giunta, su proposta del presidente Enrico Rossi e dell’assessore al diritto alla salute, Stefania Saccardi.

L’Ente per il supporto tecnico amministrativo regionale dovrà avviare, peraltro, tutte le necessarie procedure per l’eventuale acquisizione temporanea di personale da impiegare nei call center aziendali e nei punti di prenotazione, sulla base dei fabbisogni dichiarati dalle aziende e dagli enti stessi del sistema sanitario, perché si raggiunga in tempi celeri - e si mantenga - l’equilibrio fra domanda e prenotazione. Inoltre, dovranno essere potenziati, attraverso i propri canali aziendali, sempre con effetto immediato, la modalità di prenotazione on line, prevedendo l’estensione delle prestazioni prenotabili attraverso il portale regionale dedicato. Dal canto suo, la Regione, attraverso i propri settori di competenza, provvederà a effettuare il monitoraggio continuo del processo di riallineamento fra prescrizioni e prenotazioni, sia per Area vasta che per singole aziende.

“Durante il periodo di massima diffusione del Covid, abbiamo assistito a una naturale contrazione della richiesta di prestazioni sanitarie anche perché è stato necessario riorganizzare i servizi per la presa in carico dei pazienti affetti da Covid - spiega Saccardi -. Nella fase successiva al picco dell’emergenza epidemiologica, anche in ragione della ripresa a pieno regime dei servizi, abbiamo riscontrato un significativo innalzamento della domanda delle prestazioni sanitarie. Ecco perché oggi servono altre risposte organizzative per riportare di nuovo in equilibrio, e in tempi rapidi, la dialettica tra domanda e offerta delle prestazioni”.

Riapre lunedì 13 il punto prelievi dell’ospedale Santa Maria Nuova dopo che a marzo, in piena emergenza sanitaria, era stata decisa la sospensione dell’attività. Il punto prelievi riparte su prenotazione dal lunedì al sabato (salvo verifiche sul sabato nel mese di agosto) con orario 7.30-11.30. A causa della riorganizzazione post Covid, la riapertura sarà effettuata con la disponibilità di 60 posti su prenotazione. La prenotazione telefonica è tramite Cup al numero 055545454 tasto 2. Oltre a quella telefonica del Cup, rimangono valide le altre modalità di prenotazione, in particolare quelle dei punti Cup nelle farmacie comunali che effettuano questo servizio. Per le farmacie comunali di Firenze è attivo anche il numero dedicato 055 3951095 che è possibile chiamare dal lunedì a venerdì in orario 9.00-14.00.

In questo periodo di ripresa delle attività territoriali post emergenza sanitaria è necessario mantenere le misure di prevenzione e distanziamento sociale legate all’emergenza Covid. Nelle scorse settimane numerose persone si sono rivolte nei punti prelievo del territorio fiorentino, anche oltre 1000 al giorno. Questo, in aggiunta al rispetto delle misure di sicurezza, ha determinato il verificarsi di attese prolungate all’esterno. L’Azienda sanitaria si è attivata tempestivamente per potenziare le attività al fine di garantire risposte più adeguare alle esigenze del cittadino. Da ieri è stato infatti potenziato il personale del presidio territoriale D’Annunzio. Sono in servizio 6 operatori in totale ai prelievi, 5 al punto di accettazione e 2 persone impegnate ad indirizzare le persone in attesa al check point all’ingresso. Saranno inoltre potenziati gli spazi di attesa del cortile interno. Rispetto alla scorsa settimana sono diminuiti anche gli accessi complessivi. Ieri al presidio D’Annunzio sono stati 246, di cui 141 ad accesso diretto e 105 con prenotazione. Superata una certa soglia di accessi liberi ad una certa ora, come accade anche in altri presidi aziendali, gli operatori del presidio D’Annunzio, sono tenuti a garantire priorità alle urgenze e agli utenti con fragilità, disabili, donne in gravidanza, minori fino ai 10 anni di età, persone in trattamento chemioterapico. Nell’ultima settimana relativamente i tempi di attesa per le prenotazioni si sono ridotti a 2 giorni nei punti prelievo del territorio fiorentino. L’orario dell’attività è stata estesa dal lunedì al sabato fino alle 12.30. A breve è prevista anche l’installazione di tende esterne per facilitare le attese fuori nei presidi di Santa Rosa, Morgagni, Le Piagge. L’Azienda sanitaria invita ad effettuare la prenotazione del prelievo a garanzia dell’orario certo dell’esame. Le prime disponibilità di accesso per i prelievi ematici sono domani 9 luglio presso i presidi Santa Rosa, Morgagni, Le Piagge, Canova e giovedì 10 presso il presidio D’Annunzio.

Il piano di riorganizzazione dell’attività dei punti prelievo nell’Area Pratese, recentemente predisposto dall’Azienda Sanitaria a seguito delle disposizioni regionali, si potenzia con l’ampliamento della fascia oraria dedicata alla prenotazione. La riorganizzazione dell’attività ha rafforzato l’offerta attraverso punti prelievo ad accesso diretto ed un incremento dell’orario dedicato ai prelievi ematici sia nei presidi territoriali dell’Azienda che presso le sedi delle strutture convenzionate. La recente ordinanza regionale n. 64 del giugno scorso, prevedeva infatti che, tenuto conto delle misure di prevenzione e distanziamento sociale connesse all’emergenza pandemica, le attività di prelievo siano effettuate anche mediante accesso diretto per garantire tempestività dell’intervento ed evitare allungamento dei tempi di attesa legati alla sola procedura di prenotazione. A partire dal 13 luglio, nell’area pratese, oltre a garantire la modalità accesso diretto e l’incremento orario per effettuare i prelievi, sarà ulteriormente ampliata la fascia oraria per la prenotazione.

Redazione Nove da Firenze