​Licenziamenti alla Farmigea, la Regione convocherà i rappresentanti dell'azienda pisana

L'azienda ha annunciato nelle settimane scorse l'avvio della procedura di licenziamento per 61 informatori scientifici


 La Regione Toscana convocherà i vertici della Farmigea Spa di Ospedaletto (Pisa) per chiedere garanzie sul futuro dei lavoratori e dell'attività produttiva. Al termine dell'incontro che si è svolto stamani a Firenze, il consigliere del presidente Enrico Rossi per il lavoro, Gianfranco Simoncini, ha risposto così alle forti preoccupazioni espresse dai rappresentanti sindacali di Filctem-Cgil e Uiltec-Uil seduti al tavolo di Palazzo Strozzi Sacrati.

L'azienda ha annunciato nelle settimane scorse l'avvio della procedura di licenziamento per 61 informatori scientifici della Farmigea srl, la società che cura la commercializzazione dei prodotti farmaceutici a livello nazionale.
I sindacati non solo si oppongono ai licenziamenti, ma sottolineano anche il rischio che la scelta di esternalizzare le funzioni commerciali possa comportare un indebolimento delle stesse attività produttive di Farmigea, che impiega circa 130 dipendenti.

La Regione aprirà quindi il confronto con Farmigea, ha assicurato Simoncini, con il duplice obiettivo di tutelare occupazione e professionalità dei lavoratori e garantire le prospettive di crescita dell'azienda.

Redazione Nove da Firenze