Libretto di circolazione: le nuove disposizioni

Da lunedì 3 novembre entrerà in vigore l'obbligo di annotare sulla carta di circolazione il nominativo di chi utilizza il veicolo per più di trenta giorni se diverso dall’intestatario del mezzo


L’obbligo di registrazione alla Motorizzazione dei dati di colui che abbia la disponibilità per un periodo superiore a 30 giorni di un veicolo intestato ad altro soggetto.

La registrazione della disponibilità o della variazione deve avvenire entro 30 giorni e l’inosservanza della prescrizione è sanzionabile solo per atti compiuti dal 3 novembre 2014. L’obbligo non riguarda il nucleo familiare convivente.

In sostanza, l’accertamento potrà avvenire, di norma, solo in base a contratti di locazione (esempio veicoli a noleggio), comodato, forme di benefit aziendali, o altre forme contrattuali, dalle quali sia ricavabile la sussistenza di una disponibilità del veicolo superiore a 30 giorni. Il responsabile della violazione è colui che ha il veicolo nella disponibilità per un periodo superiore a 30 giorni e che deve curare la registrazione e l’aggiornamento della carta di circolazione e non il conducente o l’intestatario del veicolo.

Redazione Nove da Firenze