Lavorare al Comune di Pisa: ecco i profili richiesti

Approvato dalla Giunta il nuovo piano del personale: nel 2020 al via i concorsi per l’assunzione a tempo indeterminato di 74 unità tra amministrativi, polizia municipale, maestre di asilo nido, operai, tecnici e dirigenti


Pisa, 26 dicembre 2019. La Giunta Comunale, nella seduta prenatalizia del 23 dicembre, ha varato il piano triennale dei fabbisogni di personale 2019-2021 con il quale si dà il via alle procedure per l’assunzione di 74 unità di personale nel corso del 2020.

Lo aveva annunciato il Sindaco Michele Conti durante la presentazione del bilancio di previsione 2020 approvato dal consiglio comunale sabato 21 dicembre scorso: “per effetto di quota 100 e pensionamenti previsti nel corso del 2020 – aveva anticipato Conti - cesserà dal servizio una buona fetta di personale. L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di mantenere invariata la dotazione organica dell’ente, per questo sono previsti concorsi per l’assunzione a tempo indeterminato di 74 unità di personale, suddivisi in varie categorie: amministrativi, polizia municipale, maestre di asilo nido, operai e 4 profili dirigenziali, 3 amministrativi e 1 tecnico. Questo permetterà al Comune di Pisa l’abbassamento dell’età media del personale e l’apporto di nuove competenze necessarie per far fronte alle sfide che ci attendono”.

Dall’anno 2019, infatti, non si applica più la disciplina temporanea in materia di limiti al turn-over, introdotta per il triennio 2016-2018 dalla legge di bilancio 2016, determinando la possibilità per tutti gli enti locali di avere una capacità assunzionale pari al 100% della spesa di personale cessato nell’anno precedente. In questo contesto il Comune di Pisa, che disponeva di 673 dipendenti al 1 gennaio 2019 e ha avuto 75 cessazioni nel corso dell’anno, potrà reintegrare lo stesso numero di personale nel corso dell’anno successivo.

Con questa delibera di Giunta vengono dunque individuati i profili richiesti da assumere a tempo indeterminato nel corso del 2020: 11 unità di personale dalle categoria protette (L.68/99) suddivise in 7 esecutori amministrativi cat. B1, 2 collaboratori professionali amministrativi cat. B3, 2 collaboratori professionali tecnici cat. B3; 2 centralinisti cat. B3; 1 collaboratore professionale amministrativo cat. B3; 1 collaboratore professionale falegname cat. B3; 1 collaboratore professionale autista cat. B3; 1 collaboratore professionale elettricista cat. B3; 22 istruttori amministrativi contabili cat. C; 8 agenti Polizia Municipale cat. C; 2 istruttori informatici cat. C; 1 istruttore tecnico agrario cat. C; 4 istruttori educatori asilo nido cat. C; 3 istruttori tecnici cat. C; 4 istruttori direttivi amministrativi cat. D; 1 istruttore direttivo tecnico cat. D; 1 istruttore direttivo tecnico ingegnere strutturista cat. D; 1 istruttore direttivo agronomo cat. D; 3 dirigenti amministrativi e 1 dirigente tecnico.

“Abbiamo utilizzato per questo piano che prevede l’assunzione di 74 unità di pesonale a tempo indeterminato – ha commentato l’Assessore al personale Giovanna Bonanno - tutte le risorse a disposizione per garantire una riorganizzazione degli uffici, dare servizi più veloci e più performanti per i cittadini e, al contempo, per offrire una grande opportunità di occupazione a tanti giovani e persone senza lavoro. Mi preme sottolineare che uno degli obiettivi principali della nostra amministrazione è garantire l’efficienza della macchina comunale e con questo piano che riguarda tutte le categorie, dirigenti, amministrativi, tecnici e categorie protette, lo raggiungiamo anche portando a compimento un necessario ricambio generazionale che può aiutare l’ente a dare risposte più efficaci e più celeri”.

Redazione Nove da Firenze