La voragine di Lungarno Diaz resta ancora un mistero

L’assessore regionale Fratoni in commissione Ambiente: “Tavolo tecnico al lavoro per capire le cause. La piena del 17 novembre potrebbe aver indotto un’erosione importante in un punto dove probabilmente insistevano altri fenomeni di infiltrazione”. La comunicazione chiesta dal portavoce dell’opposizione Alberti


Firenze – I tempi di ripristino stradale del lungarno Diaz a Firenze non sono ancora ipotizzabili. Certo è che la Regione sta lavorando per “sanare rapidamente questa ferita” dichiara l’assessore Federica Fratoni che in commissione Ambiente del Consiglio regionale, presieduta da Stefano Baccelli (Pd), risponde alla richiesta di informazioni del portavoce dell’opposizione Jacopo Alberti.

“Il lavoro avviato immediatamente dopo l’evento sta procedendo” spiega Fratoni che ricorda il tavolo insediato insieme al genio civile e al quale partecipano anche i gestori dei servizi. “Stiamo lavorando per dirimere le cause che hanno generato il fenomeno ma anche per individuare l’attività di ripristino ottimale” spiega aggiungendo che la “piena del 17 novembre potrebbe aver indotto un’erosione importante in un punto dove probabilmente insistevano altri fenomeni di infiltrazione”.

Redazione Nove da Firenze