Rubrica — Mostre

La Regione acquisisce ed espone la collezione d’arte di Luzi

Domani, venerdì 28 febbrario alle 11.30, l'inaugurazione nella sala Gonfalone di Palazzo del Pegaso


A quindici anni dalla morte di Mario Luzi, il Consiglio regionale rende omaggio al grande poeta mettendo in mostra la sua collezione di opere d’arte appena acquisita.

Domani, venerdì 28 febbrario alle 11.30, nella sala Gonfalone di palazzo del Pegaso, sarà inaugurata l’esposizione che proseguirà fino al 7 marzo. Porterà i saluti il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani. Interverranno quindi il soprintendente Andrea Pessina, della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per la città metropolitana e le province di Prato e Pistoia, e Gloria Manghetti, direttrice del Gabinetto Vieusseux.

L’omaggio al poeta, progettato in stretta collaborazione scientifica con il Gabinetto Vieusseux, è l’occasione per annunciare al pubblico l’acquisto della collezione artistica ma anche l’opportunità per scoprire tracce inedite su vita, legami e collaborazioni di Luzi con gli intellettuali contemporanei.

La selezione presentata in questa occasione offre in visione i blocchi di appunti, quaderni, oggetti quotidiani e ‘semplici strumenti’ di produzione letteraria e riflessione; i libri con dedica autografa degli scrittori più famosi del Novecento ci aiutano ad intessere il filo delle relazioni del grande poeta.

Della collezione di opere d’arte, si espongono una serie di sculture di ridotte dimensioni pressoché inedite e una selezione di opere figurative di piccolo formato.

Redazione Nove da Firenze