La Polfer a Scuola: studenti istruiti sui pericoli in Stazione

​L’anno scolastico si chiude con un bilancio estremamente positivo per il Compartimento Polizia Ferroviaria per la Toscana


Nell’ambito del progetto di prossimità ‘Train…to be cool’ della Polizia di Stato sono stati organizzati ben 7 incontri presso numerosi istituti, quali l’ITIS Meucci, la Scuola Primaria Dino Campana, l’ I.P.S.S.E.O.A Buontalenti di Firenze, l’Istituto Comprensivo Alto Casentino di Stia, l’ Istituto Enriques di Castelfiorentino, l’ I.T.C. Sismondi e Pacinotti di Pescia e l’ ISI Pertini di Lucca, raggiungendo circa 600 studenti.

I poliziotti della Polfer preparati ad hoc hanno incontrato gli studenti del primo biennio degli istituti superiori per sensibilizzarli a tenere comportamenti corretti nell’ambito delle stazioni ferroviarie improntati alla legalità.

Infatti, considerato il gran numero di giovani che si servono del treno per raggiungere la scuola e i dati degli incidenti ferroviari che coinvolgono adolescenti, gli agenti della Polfer hanno illustrato i comportamenti da evitare (come l’attraversamento dei binari, i tentativi di salita a bordo di un treno in movimento, la distrazione dovuta all’uso di cuffiette per ascoltare la musica, il lancio di oggetti verso treni in transito, l’introduzione in aree ferroviarie interdette, l’imbrattamento e il danneggiamento di materiale ferroviario) e da adottare nelle stazioni e sui treni per evitare situazioni pericolose che mettono a repentaglio l’incolumità propria e degli altri.

Gli operatori in divisa sono riusciti a catturare l’attenzione e la curiosità degli studenti; numerose infatti le domande poste in lezioni vivaci animate da domande dei ragazzi e storie di esperienze di vita dei poliziotti.

L’appuntamento è per il prossimo anno scolastico.

Redazione Nove da Firenze