La Lega raccoglie firme per chiudere i campi nomadi

Angelo Bassi (Capogruppo del Partito Democratico) replica all'iniziativa. Chiede denaro molestando i turisti, falsa mima denunciata dalla Polizia Municipale. Conte da Macron: "Hotspot in Paesi d'origine"


Mentre il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è a Parigi, per l'incontro con il presidente Emmanuel Macron, in vista del Consiglio europeo che si terrà a fine giugno a Bruxelles, a Firenze domani si terrà un’iniziativa della Lega, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, in Piazza Dalmazia.

“A seguito del tragico fatto accaduto domenica scorsa a Firenze -afferma Jacopo Alberti, Consigliere regionale della Lega- ho deciso, unitamente alla Segreteria locale del nostro partito e con l’indispensabile supporto di militanti e sostenitori, di promuovere una raccolta firme per chiedere l’immediata chiusura dei campi rom. Non è più accettabile, infatti-precisa Alberti-che esistano questi accampamenti in cui risiedono abusivamente persone, spesso dedite ad attività delinquenziali; gli onesti cittadini di Firenze vanno tutelati da questi individui che vivono quotidianamente di espedienti.” “Per quanto riguarda lo smantellamento del Poderaccio -conclude seccamente Jacopo Alberti-vogliamo rassicurare il Sindaco Nardella che il lavoro di azzeramento del campo, previsto a suo dire in diciotto mesi, lo concluderemo noi! A buon intenditore….”

“Siamo venuti a sapere che la Lega ha deciso di raccogliere firme per chiudere i campi nomadi. Ma come è possibile? La Lega di Firenze si dimentica di essere al governo? Eppure quando hanno vinto le elezioni politiche hanno fatto anche una grande festa. Invece di raccogliere firme per smantellare i campi Rom che il PD, al governo della città, ha già smantellato con l’Olmatello nel 2012 ed ha cominciato con il Poderaccio nel 2014 – replica il capogruppo del Partito Democratico Angelo Bassi – perché non pensano a raccogliere i soldi direttamente dal Ministero dell’Interno per accelerare l’operazione?Questi della Lega – aggiunge il capogruppo Angelo Bassi – si comportano in maniera assurda. Mi viene da chiedergli: dove eravate quando noi smantellavamo i campi?”.

Ancora una falsa mima denunciata dalla Polizia Municipale. Dopo gli interventi delle ultime settimane, ieri pomeriggio gli agenti del Reparto Antidegrado hanno fermato una 24enne di nazionalità rumena in piazza Duomo. La donna, vestita di bianco e con il volto travisato tanto da renderla irriconoscibile, si avvicinava insistentemente ai turisti chiedendo denaro in modo molesto. La donna è stata identificata e denunciata a piede per molestia e disturbo alle persone (con arresto previsto fino a sei mesi o ammenda fino a 516 euro) e per travisamento (per questo rischia fino a due anni di arresto e ammenda fino a 2.000 euro).

Redazione Nove da Firenze