Il racconto dell’uomo sulla Luna a 50 anni da quella notte d’estate del 1969

Domenica 28 aprile Tito Stagno al Politeama. Riccardo Onori, musicista pratese e chitarrista di Jovanotti, firma la musica delle animazioni dedicate a Leonardo e la Luna per la Fondazione Parsec


Sul palco del Politeama Pratese arriva Tito Stagno, il giornalista RAI che cinquant’anni fa, la notte del 21 luglio 1969, divenne famoso per aver raccontato in diretta lo sbarco dell’uomo sulla Luna. Con lui gli spettatori ripercorreranno quei momenti emozionanti, i retroscena e le curiosità che animarono la corsa all’esplorazione del suolo lunare. Il sipario sull’avventura spaziale si alza a Prato domenica 28 aprile alle 17.30 al Teatro Politeama Pratese (via Garibaldi, 33).

Luna e dintorni, questo è il titolo dello spettacolo, fa parte di Leonardo : Luna = 500 : 50, ilprogetto del Museo di Scienze Planetarie che gioca con una straordinaria proporzione sul rapporto fra due innegabili grandezze e si inserisce anche nelle celebrazioni leonardiane dei 500 anni dalla morte del grande genio.

Ad aprire le danze al Politeama saranno Marco Morelli, direttore del Museo e della Fondazione Parsec, e la storica dell’arte Alessia Cecconi, che racconteranno l’affascinante storia della Luna e di Leonardo, della ricerca di oggi e dell’intreccio fra scienza e arte fin dall’epoca di Da Vinci. Presenteranno anche in anteprima sei animazioni video sul tema, realizzate da Tv Prato con la musica di Riccardo Onori, artista pratese e chitarrista di Jovanotti dal 2001, autore delle musiche di brani come Fango e Baciami ancora. Alcuni brani tratti da Sonoristan, primo album da solista di Onori pubblicato nel 2018 corredano infatti le storie animate sull’avventura dell’uomo nello spazio. “Sonoristan è un paese immaginario, dove non serve il permesso di soggiorno e la musica regna sovrana – sottolinea Onori – Mi è venuto in mente in sala registrazione, suonando insieme a tanti compagni di viaggio eccezionali, africani, russi, americani, delle più diverse etnie”. Onori è ancora molto legato a Prato, dove vivono il figlio e i genitori. “È la città in cui sono nato e cresciuto, mi ha dato molto e mi piace tornarci appena posso”.

I sei video raccontano con immagini e parole il sogno umano del volo, le scoperte di Leonardo e di Galilei, le leggende e poi la ricerca scientifica sulla Luna e infine la conquista dello spazio, la magica notte d’estate in cui Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins andarono incontro alla luna. I video didattici presto saranno disponibili anche on line come strumento di diffusione e approfondimento per la scuola.

Lo spettacolo Luna e dintorni è gratuito. Il biglietto potrà essere ritirato fino al 27 aprile alla biglietteria del Politeama (orari dal martedì al sabato 10.30-12.30/17-19.30). I posti non sono numerati. Info allo 0574 447777 - info@museoscienzeplanetarie.eu.

Redazione Nove da Firenze