Italia–Messico: un binomio vincente

Consulenti d’impresa al servizio di progetti di sviluppo industriale in America. Una rete nazionale con referenti anche in Toscana


Lo scorso 12 aprile, presso la sala stampa della Camera dei Deputati a Roma è stato presentato ufficialmente il progetto “Le nuove frontiere del Commercio – Italiani nel Mondo quali facilitatori verso nuove vie commerciali” a cura della Professional & Business Network, Associazione di professionisti appositamente costituita, con sede a Roma. L’Associazione, a seguito della firma di un protocollo di intesa con la Camera di Commercio Messicana di Playa del Carmen – Messico (Canaco Servytur di Playa del Carmen) si pone come referente, ufficialmente autorizzato, del sistema camerale Messicano con l’obiettivo di agevolare le imprese italiane interessate ad entrare nel mercato messicano, sia attraverso l’esportazione dei propri prodotti, sia in previsione di progetti di internazionalizzazione produttiva. La promozione del progetto e l’assistenza nel processo di internazionalizzazione delle imprese italiane interessate è affidato nel nostro territorio ad un team di Studi Professionali con sede a Empoli – Firenze tra i quali si annoverano:

  • lo Studio Rag. Stefania Lorenzini – stefanialorenzini@commercialisti.fi.it,
  • lo Studio Dott. Marco Morosi – mrsmrc@hotmail.com,
  • lo Studio Dott. Marco Orsi – dott.orsimarco@gmail.com,

che si propongono come referenti per la Regione Toscana, dell'Associazione e, quindi, per il tramite di questa, del sistema delle Camere di Commercio in Messico, con l’obiettivo di rappresentare le interessanti opportunità che quel mercato, in costante crescita, offre per le nostre realtà produttive, non tanto e solo per i consumi interni, quanto per la posizione strategica che il medesimo ha nell’intero continente delle Americhe.

La innovazione di questa iniziativa sta nel forte radicamento territoriale che la P&B Network ha in Italia e nella centralità dei suoi professionisti associati rispetto alla relazione con le imprese. Internazionalizzare, sia sotto l'aspetto dell'esportazione che in quello, strategico, di avviare altre realtà produttive in Paesi stranieri, necessita, sicuramente, di due fattori: la consulenza alle imprese interessate ed un affiancamento costante, alle medesime, in Italia ed una corrispondenza certa, in questo caso in Messico, per garantire agli imprenditori notizie certe, conoscenza dei meccanismi e relative indagini di mercato e, soprattutto, la possibilità di evitare “sorprese sgradite” che, troppo spesso, caratterizzano questo genere di attività. Non a caso, dall'altra parte dell'oceano, c'è una struttura, riconosciuta istituzionalmente nel Paese che conta una rete di 262 Camere di Commercio presenti nei vari stati della Repubblica Messicana.

A livello istituzionale, anche su proposta del referente messicano del progetto, Patrizio Baroni, si pone la decisa volontà di incrementare le relazioni commerciali fra le Regioni italiane e gli Stati del Messico laddove, una forte identità culturale ed una coincidenza dei modelli produttivi basati sulla piccola e media impresa, quasi sempre a matrice familiare, facilitano questo tipo di dialogo.

Il Messico forte di oltre 50 accordi commerciali bilaterali con vari Paesi (principalmente nel continente americano) e, in virtù del basso costo del lavoro e della previdenza sociale, nonché della grande quantità di materie prime si presenta come un partner ottimale anche per la rete di infrastrutture (porti, aeroporti e vie di grande comunicazione) che permette agevoli interscambi commerciali. La legislazione messicana che mira a supportare la creazione di imprese nonché ad agevolare gli investimenti esteri, unite alla bassa pressione fiscale, fanno di questa realtà un’area geo-economica da tenere in grande considerazione con l’invito rivolto alle nostre imprese a guardare ad occidente. La nostra visione è quella non solo di affiancare le imprese interessate ma anche di sostenere un modello imprenditoriale che, nella sua unicità, può contrastare lo strapotere delle multinazionali che nel mondo della produzione e del commercio internazionale sono il concreto limite allo sviluppo delle nostre imprese. Tutti coloro che fossero interessati potranno prendere contatto con il nostro team di professionisti referenti di zona che predisporranno la prima analisi di verifica, circa le reali possibilità di avvicinarsi a quel mercato, senza gravare assolutamente di alcun onere le imprese e che verrà sviluppata direttamente in Messico dal sistema Camerale messicano. La nostra iniziativa, che conta oltre 30 professionisti in tutto il Paese e che è in costante ampliamento, si propone come un modello inclusivo, in grado, cioè, di collaborare con le differenti realtà italiane che operano nella medesima direzione a qualsiasi livello, sia economico che istituzionale.

Redazione Nove da Firenze