Innovazione in Toscana: ecco i bandi che aprono a dicembre

Per progetti strategici o sperimentali e per acquisto di servizi avanzati e qualificati


Approvato un bando destinato alle MPMI toscane e ai liberi professionisti per acquisire servizi avanzati e qualificati per l'innovazione contenuti nel Catalogo regionale.

L'agevolazione riguarda gli investimenti legati alle priorità tecnologiche orizzontali indicate dalla Strategia di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente RIS3) vale a dire ICT e Fotonica, Fabbrica intelligente, Chmica e Nanotecnologia, nonché nell'ambito della RIS 3 alle corrispondenti applicazioni tecnologiche inerenti la strategia nazionale e regionale su Industria 4.0. Apertura bando il prossimo 17 dicembre, fino ad esaurimento risorse che ammontano 4,6 mln di euro. Il bando è cofinanziato dal Por Fesr 2014-2020 e rientra nell'ambito del progetto Giovanisì.

Possono presentare domanda MPMI e liberi professionisti sia in forma singola che in forma aggregata o associata (ATI, Rete-Contratto), Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi e Società consortili. Ciascuna impresa/libero professionista può partecipare solo ad una ATI o Rete-Contratto che richiede l'agevolazione.

"Il bando – spiega l'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo – punta a incentivare investimenti strategici in attività di collaborazione tra imprese ed organismi di ricerca mediante l'attivazione di contratti di ricerca per dottorati industriali, ricercatori a tempo determinato, assegni di ricerca, utilizzazione di laboratori di prove e test e di dimostratori tecnologici presenti nel repertorio regionale. Ma anche l'incubazione di progetti che possono diventare impresa nelle strutture riconosciute a livello regionale, l'accompagnamento e il consolidamento di particolari categorie di imprese o di componenti di filiera di produzione o di ambiti tecnologici. In generale tende ad incentivare l'attività di innovazione nelle PMI mediante l'acquisizione dei servizi di consulenza e di supporto alla ricerca e sviluppo, all'innovazione di prodotto e/o processo, all'innovazione organizzativa ed all'innovazione commerciale per il presidio strategico dei mercati". Il budget finanziario di 4,6 mln di euro è così suddiviso: 2 mln per le imprese del settore manifatturiero, 2,6 mln per quelle dei settori turismo, commercio ed attività terziarie.

Le domande possono essere presentate soltanto online attraverso il sito di Sviluppo Toscana, a partire dalle ore 9 del 17 dicembre prossimo fino ad esaurimento delle risorse messe a disposizione.

Informazioni e testo completo del bando

Sostegno alle MPMI toscane per la realizzazione di investimenti in progetti innovativi strategici o sperimentali legati alle priorità tecnologiche fondamentali indicate dalla Strategia di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente RIS3, ovvero ICT e Fotonica, Fabbrica intelligente, Chimica e Nanotecnologia.
La Regione ha approvato un bando da 4,5 mln di euro che aprirà il prossimo 17 dicembre fino ad esaurimento risorse
. Il bando è cofinanziato dal Por Fesr 2014-2020 e rientra nell'ambito del progetto Giovanisì.

Possono presentare domanda MPMI e liberi professionisti, in forma aggregata o associata (ATI, Rete-Contratto), Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi e Società consortili. Ciascuna impresa/ libero professionista può partecipare solo ad una ATI o Rete-Contratto che richiede l'agevolazione.

"La dotazione finanziaria – spiega l'Assessore alle Attività Produttive Stefano Ciuoffo – prevede 3 mln 750 mila euro per le imprese che operano nel settore manifatturiero e 750 mila euro per quelle dei settori turismo, commercio ed attività terziarie. Tra gli interventi finanziabili sono comprese le attività innovative di accompagnamento e consolidamento, come l'audit tecnologico e industriale, l'assunzione di temporary manager, il potenziamento di sistemi di raccordo tra supply chain e committenza o tutoraggi industriali. Ma anche percorsi di advanced manufacturing o Industria 4.0 e attività per l'innovazione commerciale ed il presidio strategico dei mercati o per innovazione dei processi e dell'organizzazione con sperimentazione di pratiche di innovazione sociale. Cerchiamo insomma di spingere, oltre che sostenere, le nostre imprese all'innovazione".

Le domande possono essere presentate soltanto online attraverso il sito di Sviluppo Toscana a partire dalle ore 9 del 17 dicembre prossimo fino ad esaurimento delle risorse messe a disposizione.

Informazioni e testo completo del bando

Redazione Nove da Firenze