In bici da Empoli a Pisa: la ciclopista dell'Arno finita entro il 2020

Entro l'estate sarà terminato il tratto empolese: 10 km da Marcignana a Pagnana, da Avane al centro, fino a Serravalle e Tinaia. Investimento di 1.650mila euro


EMPOLI – Proseguono i lavori per la realizzazione del percorso ciclo-pedonale lungo il fiume Arno. Dieci chilometri che interessano il territorio del Comune di Empoli, dalla frazione di Marcignana a Pagnana, da Avane al centro cittadino, fino alla zona di Serravalle e poi a Tinaia, al confine con Montelupo.

Nei giorni scorsi il sindaco di Empoli Brenda Barnini e il vicesindaco Fabio Barsottini hanno accompagnato l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli in un tratto appena terminato, in zona Serravalle.
I cantieri sono stati aperti a fine dello scorso agosto, per riuscire a vedere l’opera completata prima della prossima estate.

«La ciclovia dell'Arno sta avanzando nella sua realizzazione - ha detto l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli nel corso del sopralluogo ai tratti di ciclabile recentemente realizzati ad Empoli lungo il corso del fiume -. Entro il prossimo anno tutto il tratto di ciclovia da Empoli a Pisa sarà completato. Ed anche il tratto iniziale in Casentino sta procedendo bene. Questa infrastruttura da tempo attesa sta diventando realtà. Quasi per il 70% è già realizzata ed offre una grande opportunità alle comunità dei territori che attraversa, non solo perché può essere utilizzata in sicurezza sia in bicicletta che a piedi ma perché può rappresentare uno strumento di promozione turistica nel mercato del cicloturismo o comunque del turismo esperienziale,un fenomeno in grande crescita, che negli ultimi anni ha visto un incremento del 41%».

«Accanto al nostro impegno ed alla collaborazione con le amministrazioni locali per grandi infrastrutture viarie come la SR429 - ha concluso Ceccarelli - c'è anche il lavoro verso la mobilità dolce e alternativa all'uso dell'auto. Con l'obiettivo di portare davvero la Toscana ad una maturità infrastrutturale».

«Un'opera davvero bellissima che proietta il nostro territorio nel futuro, collegando tutte le nostre frazioni lungo fiume da Tinaia a Marcignana e con i flussi del ciclo turismo che attraversano l'Europa. Grazie ai finanziamenti della Regione Toscana possiamo raggiungere questo straordinario obiettivo», ha detto il sindaco Brenda Barnini.

«Stiamo parlando di una pista luna 10 km, un’opera per un milione e 200 mila euro che sicuramente cambierà la vita di molti residenti che potranno raggiungere Empoli in bicicletta, ma anche a piedi, visto che è un percorso ciclopedonale, in modo sicuro, godendo della natura. Un opportunità di tornare a vivere il fiume, le nostre campagne e un ulteriore passo verso una Empoli più sostenibile e attenta alla mobilità leggera», ha sottolineato il vicesindaco Fabio Barsottini.

Il progetto si inserisce nella grande via ciclabile che segue il percorso del principale fiume toscano dalla sorgente sul monte Falterona fino alla foce a Marina di Pisa: un importante progetto regionale volto alla mobilità sostenibile, oltre 400 chilometri di tracciato per un investimento totale di 7 milioni e 200mila euro.


Per questo tratto sono stati investiti complessivi 1.650.000 euro: 1.225.000 per il tratto empolese, 425.000 euro per quello vicino di Montelupo. 1.450.000 euro sono coperti dal finanziamento regionale, i restanti 200.000 euro (150.000 Empoli e 50.000 Montelupo) dalle due amministrazioni comunali.

Il cantiere ha interessato al momento l’area che va da Tinaia fino alla frazione di Pagnana. Il percorso corre ai piedi dell’argine del fiume. 

Redazione Nove da Firenze