Il Rinascimento rivive a Radda in Chianti

Sabato 27 e domenica 28 giugno il podestà Francesco Ferrucci torna nel Chianti e in una suggestiva cornice


Si alterneranno battaglie e spettacoli di giullari, giocolieri, maghi e falconieri con musica e stand gastronomici

Il Rinascimento rivive a Radda in Chianti

Quest’anno la rievocazione vedrà la collaborazione del Corteo Calcio Storico Fiorentino e il gemellaggio con le città ferrucciane di Firenze, Gavinana, Pistoia, Volterra e Vicchio che parteciperanno ognuna con un proprio gruppo di guerrieri e sbandieratori

Tutto pronto per rivivere due giorni di Rinascimento nel Chianti con “Radda rinascimentale nel segno del Ferrucci” la rievocazione storica che Radda in Chianti dedica ogni anno a quello che fu il suo podestà all’epoca delle Signorie, Francesco Ferrucci detto Ferruccio.

L’edizione di quest’anno è tutta rinnovata sia nel periodo, si terrà infatti sabato 27 e domenica 28 giugno, sia nell’organizzazione, che vedrà il gemellaggio con le città ferrucciane di Firenze, Gavinana, Pistoia, Volterra e Vicchio che parteciperanno ognuna con il proprio corteo storico.

Ferruccio, nato a Firenze e condottiero dell’esercito della Repubblica di Firenze, il 3 Agosto del 1530 guidò i suoi soldati nella battaglia contro le truppe imperiali sul territorio di Gavinana dove oggi si trova un museo a lui dedicato. Volterra, così come Radda, lo ebbe come podestà, mentre Vicchio si racconta sia stato l’ultimo castello a cadere sotto la sua mano prima della battaglia di Gavinana.

Il sipario sulla due giorni raddese si alza sabato 27 giugno alle 12 con l’apertura del mercatino per le vie del centro e degli stand di birra e panini. Alle 17 partirà il corteo storico dei gruppi di Vicchio, La Fenice, Valmarina e Radda. Alle 17.30 si terrà il giuramento dei giocatori in Piazza IV Novembre e partenza per il campo con gli sbandieratori. Alle 18.30 la festa entra nel vivo con la partita a “palla in botte” a cui seguirà la premiazione dei vincitori.

Durante la festa sarà allestito un accampamento dove sarà possibile provare il tiro con la balestra e indossare delle vere armature. Ci saranno inoltre spettacoli di falconeria con rapaci diurni, meretricio, giullaria e trampolieri per le vie del borgo. Alle 19 apertura degli stand gastronomici e dalle 20 percorso di paura con maghi e boia, il tutto accompagnato da musica itinerante a cura de “Le Gerberette”, anteprima del concerto che si terrà alle 22.15 nei giardini comunali. Alle 21.30 spettacolo di fuoco in Piazza IV Novembre.

Domenica 28 giugno alle 12 apertura del mercatino per le vie del centro con stand di birra e panini e parata a cura dei gruppi Corteo Calcio Storico Fiorentino, Volterra, Ferrucciani e Radda. Alle 18 apertura dell’accampamento con tiro alla balestra e prova delle armature. Per le vie del borgo spettacolo di falconeria con rapaci diurni, meretricio, giullaria e trampolieri. Dalle 19 apertura degli stand gastronomici e dalle 20 alle 22 percorso di paura con maghi e boia. Alle 21 spettacolo di falconeria con rapaci notturni e alle 21.30 in Piazza IV Novembre grande spettacolo di fuoco a conclusione della festa.

Per informazioni è possibile chiamare la ProLoco allo 0577 738494.  

Redazione Nove da Firenze