Rubrica — Europe Direct

Il progetto didattico A scuola di OpenCoesione

E' l'edizione 2019-2020 di ASOC


A Scuola di OpenCoesione è un percorso didattico di monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici europei e nazionali, rivolto alle scuole secondarie di secondo grado, di qualsiasi indirizzo. Gli studenti selezionano uno dei tanti progetti nel loro territorio finanziati con i fondi europei e i fondi nazionali e lo monitorano e analizzano, sviluppando così competenze digitali, statistiche e di educazione civica, oltrechè abilità trasversali come lavorare in gruppo, risolvere i problemi, sviluppare capacità di comunicare e avere senso critico.

Docenti e studenti sono supportati nella loro attività di monitoraggio dalle reti territoriali ASOC formate dai centri EDIC (Centri Europe Direct )e CDE (Centri Documentazione Europea), le organizzazioni degli “Amici di ASOC” e i referenti territoriali Istat.

L’obiettivo di ciascuna classe è realizzare una ricerca tematica per approfondire le caratteristiche socioeconomiche, ambientali e/o culturali del proprio territorio a partire da un intervento finanziato dalle politiche di coesione su un tema di interesse, partendo dalle informazioni pubblicate sul portale https://opencoesione.gov.it/it/ verificando quindi come le politiche pubbliche intervengono per migliorare il contesto locale.

La politica di coesione è uno dei principali strumenti finanziari dell’Unione europea il cui obiettivo è riequilibrare i dislivelli economici e sociali tra le varie regioni europee, coinvolgendo gli attori regionali e locali, secondo la propria situazione specifica e i propri bisogni.

La partecipazione della scuola al progetto comporta la possibilità di ricevere premi e riconoscimenti, tra cui viaggi di istruzione a Bruxelles presso le istituzioni europee, visite guidate al Senato della Repubblica o agli studi RAI, oltre a opportunità formative, libri, riviste, dotazioni tecnologiche e altro grazie alle collaborazioni regionali e al sostegno dei numerosi partner del progetto.

ASOC nasce nel 2013 nell’ambito dell’iniziativa OpenCoesione, coordinata dal Nucleo di valutazione e analisi per la Programmazione (NUVAP) del Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea.

In questi sei anni sono stati coinvolti circa 20.000 studenti e 1.500 docenti.

Le scuole possono scegliere di utilizzare il percorso didattico ASOC come contenuto delle attività di alternanza scuola-lavoro.

In questa edizione 2019-2020 è partita la prima sperimentazione europea di ASOC in quanto, con il sostegno della DG Regio della Commissione Europea, sono state coinvolte le scuole della Bulgaria, Croazia, Grecia, Portogallo e Spagna.
Inoltre da questa edizione ha aderito come partner istituzionale la Regione Toscana - Autorità di gestione del Por Fesr proprio per promuovere la politica regionale europea e la conoscenza dei fondi strutturali e di investimento europei, supportando assieme ai centri Europe Direct toscani (Firenze, Livorno e Siena) le classi e gli studenti nell'analisi dei progetti ed organizzando eventi di diffusione della cittadinanza attiva e consapevole.

In Toscana sono otto i progetti che partecipano all’edizione 2019-2020 di ASOC: dal museo di Santa Maria della Scala di Siena alla riqualificazione di Piazza Mazzini a Poggibonsi, dai dispositivi robotici impiantabili per il rilascio di farmaci, all'aeroporto di Marina di Campo all'isola d'Elba :

https://www.regione.toscana.it/-/a-scuola-di-open-coesione-edizione-2019-2020

LICEO STATALE F. PETRARCA di Arezzo

“Alla(r)ghiamoci” , Settore Ambiente. Progetto esaminato: Cassa di espansione torrente Bicchieraia.

LICEO PIERO GOBETTI-ALESSANDRO VOLTA di Bagno a Ripoli (Fi)

“APIcultura”, Settore Cultura e Turismo. Progetto esaminato: Gallerie degli Uffizi completamento del progetto dei Nuovi Uffizi e valorizzazione del percorso culturale Palazzo Vecchio Uffizi Corridoio Vasariano.

I.I.S.S. GIOVANNI DA CASTIGLIONE di Castiglion Fiorentino (Ar)

“Chimera”, Settore Cultura e Turismo. Progetto esaminato : Impianto climatizzazione di un Museo realizzato in un edificio storico nel centro di Cortona.

SAN GIOVANNI BOSCO di Colle Val d’Elsa (Si)

“Art Farers”, Settore Cultura e Turismo. Progetto esaminato : Complesso museale del Santa Maria della Scala. Recupero e restauro della nuova strada interna e dei nuovi spazi espositivi.

ISTITUTO SUPERIORE ANTONIO MEUCCI di Massa

“River Risk- 3 CLSA”, Settore Ambiente. Progetto esaminato: Mitigazione rischio frana di criticità presenti sulla Valle del Frigido.

I.I.S. RONCALLI di Poggibonsi (Si)

“BandaPiazza” , Settore Inclusione sociale. Progetto esaminato: Piazze sicure e partecipate: riqualificazione di Piazza Mazzini.

I.T.I. GUGLIEMO MARCONI di Pontedera (Pi)

“ RoboPharm Team”, Settore Ricerca e Innovazione. Progetto esaminato: Dispositivo robotico impiantabile per rilascio controllato a livello di farmaci a livello intraperitoneale.

G.CERBONI di Portoferraio (Li)

“Gli Elbanauti” , Settore Trasporti. Progetto esaminato: Interventi di potenziamento ed adeguamento dell’Areoporto Teseo Tesei di Marina di Campo – Opere a compensazione.

Europe Direct — rubrica a cura di Europe Direct Firenze

Europe Direct Firenze

Europe Direct Firenze — Centro di comunicazione ed informazione dell'Unione europea attivo nel Comune di Firenze dal 1999: www.edfirenze.eu

E-mail: europedirect@comune.fi.it