Ieri sera il “Talents Fashion show” di Accademia Italiana

Fotografie di Emma G. Novelli

Star dell’evento al Tuscany Hall l’attrice Martina Stella, testimonial del progetto “Dress the stars”. Premiato lo stilista Antonio Extempore che si è esibito nella creazione improvvisata di un abito


AI come artificial intelligence, anche se nei modelli realizzati dai laureandi di Accademia Italiana Arte Moda e Design, non c'era niente di artificiale, ma pura creazione umana, nella più perfetta tradizione italiana. Centinaia di capi femminili e maschili hanno sfilato ieri sera in passerella quale saggio di fine corsi al Fashion show 2019, ambientato per l'occasione al Tuscany Hall dalla storica scuola di moda di Firenze. Il teatro era gremito in ordine di posti dagli stessi studenti e i loro familiari per accompagnarli nella serata di fine anno scolastico.

Ogni mini collezione esibita dagli ormai ex studenti ha raccontato molto di loro, della nazionalità di provenienza, degli stili prediletti, del rapporto con i materiali, della volontà di anticipare le aspettative del mercato, oppure di provocare con una creatività del tutto sperimentale.

Madrina della serata Martina Stella, l’attrice fiorentina, vestita da Cecilia Rinaldi (ex studentessa di Accademia Italiana oggi stilista e docente della scuola fiorentina), per il progetto “Dress the stars”. “Abbiamo ideato questo progetto –ha spiegato il presidente della scuola, Vincenzo Giubba- per riprendere al laccio giovani stilisti laureati tra i banchi della nostra scuola, che per l’occasione dovranno creare una mise per personaggi del mondo della moda o dell’imprenditoria, come dello sport o del cinema. Quest’anno è toccato a Martina Stella esibire un outfit realizzato da Accademia Italiana”.

Quest'anno Giubba ha premiato lo stilista Antonio Extempore, salentino come lui, che si è esibito nell'improvvisazione di un abito direttamente sulla modella, utilizzando un pezzo di stoffa e gli aghi. Una performance davvero entusiasmante.

Nicola Novelli