Giornata fiorentina del Papa: predisposti parcheggi e treni speciali

Potenziato il servizio metropolitano da e per Firenze Campo di Marte con Castello/Rifredi/Statuto e Santa Maria Novella. A Prato in campo 500 volontari


In occasione della visita a Firenze di Papa Francesco, martedì 10 novembre, Trenitalia ha potenziato il servizio ferroviario,richiesto edeffettuato grazie al sostegno della Regione Toscana sulle linee del nodo di Firenze, tra Pistoia e Firenze con 36 treni straordinari. Nel nodo fiorentino, tra le 9 e le 21 l’offerta ordinaria sarà incrementata con 12 treni straordinari dalle stazioni di Firenze Castello/Rifredi/Statuto e 22 corse aggiuntive da Firenze Santa Maria Novella per Firenze Campo Marte. L’obiettivo è agevolare l’arrivo e il deflusso dalla stazione di Firenze Campo Marte, a poche centinaia di metri dallo Stadio Franchi, dove nel pomeriggio il pontefice celebrerà la messa. Inoltre sono stati predisposti due collegamenti in partenza nella mattinata da Pistoia per Firenze Santa Maria Novella. Durante tutto l’arco della giornata è previsto anche un potenziamento dei posti offerti sulle linee regionali. In particolare nel pomeriggio, al termine della messa, saranno incrementati i posti a sedere su alcuni treni delle linee del Mugello e del Valdarno. Oltre agli sportelli, i biglietti si possono acquistare anche alle emettitrici self service, sul web, con la APP Pronto Treno, e nei numerosi rivenditori aderenti ai capillari circuiti Lottomatica, Sisal e SIR (Tabaccai).

In occasione della giornata fiorentina di Papa Francesco e alla luce dei provvedimenti di circolazione predisposti per l’occasione, è stata individuata una serie di parcheggi alternativi per i residenti delle aree interessate dai divieti.

Sosta residenti Zcs 2 (zona Campo di Marte Coverciano)
Dalle 16 del 9 alle 24 del 10 novembre i residenti della Zcs 2 potranno parcheggiare nelle aree sosta individuate in viale Aldo Palazzeschi (area a parcheggio e carreggiata lato numeri civici pari), viale Ugo Bassi (area interna campo sportivo), via Andrea del Sarto (area interna istituto professionale Saffi che però chiuderà i cancelli dalle 24 di lunedì 9 alle 6 di martedì 10 novembre); via di San Salvi (viabilità interna complesso dell’Azienda sanitaria locale di Firenze).
Inoltre Esselunga metterà a disposizione dei residenti dalle 21 di lunedì 9 alle 8.30 di martedì 10 novembre i parcheggi di via del Gignoro (posteggio interrato) e di viale De Amicis/viale Cialdini (parcheggio interno supermercato).
A questi si aggiunge il posteggio di struttura di piazza Alberti messo a disposizione da Firenze Parcheggi: nella notte compresa fra il 9 e il 10 novembre (dalle 20 alle 8) i veicoli dei residenti potranno sostare con tariffa forfettaria di 1 euro.
Inoltre i veicoli dei residenti del Comune di Firenze potranno sostare in tutte le Zcs con le stesse regole per i residenti delle singole zone.

Sosta residenti ztl settori A e B
I veicoli dei residenti della ztl A e B potranno parcheggiare in via straordinaria in viale Amendola, viale Duca degli Abruzzi e viale Giovine Italia (lungo il perimetro della caserma dei Carabinieri) e in piazza Annigoni (nell’area soprastante il parcheggio Sant’Ambrogio).
A questi si aggiunge il posteggio di struttura Fortezza Fiera (piazzale Caduti dei Lager), messo a disposizione da Firenze Parcheggi. Dalle 16 del 9 novembre alle 24 del 10 novembre i veicoli dei residenti dei settori ztl A e B potranno sostare gratuitamente. Sarà comunque emesso ticket di ingresso da smarcare all'uscita per registrare gli accessi. Firenze Parcheggi collocherà le informazioni del caso presso la struttura.

Saranno circa 500 i volontari delle varie associazioni pratesi facenti parte del servizio della Protezione Civile, che dalle 4 di martedì 10 e fino al termine della visita di Papa Francesco a Prato saranno impegnati nelle varie zone della città. La Protezione Civile infatti collabora con le istituzioni gestendo e coordinando le associazioni di volontariato. "Non è un evento gestito direttamente dalla Protezione Civile, ma saremo coprotagonisti del sistema, a servizio della popolazione e a stretto contatto con il coordinamento del territorio", ha commentato Sergio Brachi, responsabile della Protezione Civile di Prato.

Redazione Nove da Firenze