Firenze, oggi tra i banchi uno shopping da record

Al Campo di Marte torna la Fiera di Primavera, la più grande della città. Marinoni (Confcommercio): "C'è una grandissima attesa". Apertura dalle 9 alle 19, possibile trovarci di tutto


Dopo il rinvio per maltempo nella prima domenica di maggio, domenica 2 giugno si recupera finalmente a Firenze l’edizione 2019 della Fiera di Primavera, una tra le più amate dai fiorentini, che quest’anno compie 18 anni.

Oltre trecento gli stand che saranno sistemati intorno allo Stadio Artemio Franchi, tra viale Maratona e viale Fanti, con la supervisione della Fiva-Confcommercio fiorentina, l’associazione a cui fanno capo i venditori su area pubblica.

Grande l’attesa intorno all’evento, che tra le fiere promozionali realizzate nel comune di Firenze si conferma come la più prestigiosa e la più grande, sia per partecipazione di operatori che di pubblico. “Quest’anno, poi, il rinvio legato alle infauste previsioni meteo del 5 maggio scorso ha fatto crescere ancora di più l’attesa”, racconta il direttore della Confcommercio Toscana Franco Marinoni, “tantissimi i fiorentini che ci hanno contattato nelle settimane scorse per conoscere la nuova data. Così, ci aspettiamo un record di visitatori a passeggiare e fare shopping tra i banchi, che resteranno aperti con orario continuato dalle 9 alle 19”.

Tanti i prodotti in vendita, da scoprire curiosando fra gli stand a caccia delle migliori occasioni: dagli articoli più tradizionali da trovare nei mercati, come l’abbigliamento uomo donna e bambino, le calzature e la pelletteria, a bigiotteria e giocattoli, libri, casalinghi, biancheria, profumi e cosmetici, stampe, quadri e molto altro ancora. Tante idee, insomma, per rinnovare guardaroba, look personale e casa in vista della bella stagione. Ci saranno anche stand dedicati alla natura, con animali vivi da compagnia o da cortile, poi fiori e piante per rinnovare terrazzi e giardini in vista della bella stagione.

Ampia anche la presenza di banchi gastronomici, con tante specialità dolci e salate tipiche dello “street food”, da mangiare passeggiando o da portare via. Frutta e verdura, salumi, formaggi, marmellate e composte, ma anche gli immancabili panini farciti, il lampredotto o la porchetta fino alle specialità della rosticceria, per finire in dolcezza tra gelati, brigidini e altre golosità.

“Quest’anno la nostra Fiera di Primavera festeggia la maggiore età riportando l’attenzione del grande pubblico su fiere e mercati, che nonostante tutti i cambiamenti del commercio, e-commerce compreso, restano per i consumatori appuntamenti molto importanti, dove qualità e risparmio vanno a braccetto”, sottolinea Marinoni. “Non solo: fiere e mercati rappresentano anche un grande gioco collettivo, dove lo shopping si trasforma in un modo piacevole per passare del tempo all’aperto, insieme a famiglia e amici”.

Redazione Nove da Firenze