Firenze: nel 2020 Tari più alta del 6% per migliorare i servizi

Aumenterà la pulizia delle strade e l'erba sarà tagliata più spesso. Nardella introduce anche la novità del bonus bebè, un milione e mezzo di euro in tre anni. Presentato il bilancio di previsione 2020-2022


(DIRE) Firenze, 28 nov. - A Firenze aumenterà la pulizia nelle strade e ci sarà più decoro, con l'erba tagliata più spesso. A fronte di questa scelta, però, la Tari aumenterà del 6% circa. Con l'operazione, inserita nel bilancio di previsione 2020, il Comune risponde "a molti cittadini che ci hanno chiesto di migliorare" su questo fronte, spiega il sindaco Dario Nardella. "Quindi - aggiunge- provvediamo a triplicare gli interventi per lo sfalcio su strade e marciapiedi, da due a sei, aumentando" parallelamente "anche la pulizia. Il che ci porta ad un conseguente aumento nella tariffa Tari del 6%". Tassa "che comunque rimarrà la più bassa d'Italia".

A quanto corrisponda l'aumento lo quantifica l'assessore al Bilancio Federico Gianassi: "Fino a quest'anno una famiglia composta da tre persone, con 80 metri quadri di casa, ha pagato 190 euro di Tari". Il prossimo anno "saranno circa 200". Con la 'manovra', inoltre, è previsto il primo stanziamento per il "bonus bebè", annunciato da Nardella in campagna elettorale: 1,5 milioni in tre anni (500.000 euro l'anno) a partire dai nuovi nati del 2020. La misura, tuttavia, nel dettaglio sarà presentata nelle prossime settimane. (Dig/ Dire)

Redazione Nove da Firenze