Firenze: furti, spaccio e rapine in strada

 In poche ore la polizia arresta 8 persone


Raffica di arresti ieri a Firenze: in poche ore finiscono in manette 8 persone. I reati contestati - che vanno dal furto, alla rapina fino allo spaccio di droga – riguardano 3 distinti episodi per i quali sono intervenute le volanti della Questura impegnate nel continuo e costante servizio di controllo del territorio.

In serata  gli agenti hanno rintracciato alle 22.30 in piazza Vittorio Veneto uno dei responsabile di una rapina in strada avvenuta poco prima in via Palazzuolo ai danni di un cittadino straniero.

La vittima, rimasta contusa e portata in ospedale dal 118, ha raccontato alla polizia di essere stato aggredito da due soggetti mentre stava passeggiando con gli auricolari collegati al telefonino.
I malviventi lo avrebbero prima spinto e poi colpito tentando di portargli via proprio il cellulare. La volante ha fermato uno dei due rapinatori in fuga: si tratta di un 25enne marocchino finito in manette con l’accusa di tentata rapina aggravata in concorso.

Nel pomeriggio sono stati arrestati 6 cittadini magrebini, di età compresa tra i 20 e i 46 anni, sorpresi a rubare materiale ferroso all’interno di alcuni capannoni in via Michelucci. Gli agenti delle volanti sono intervenuti recuperando quasi una tonnellata di refurtiva - tra ferro e alluminio – che i ladri avevano già accatastato per portar via. Durante le operazioni un operatore è stato colpito da uno degli arrestati, un cittadino marocchino di 22 anni. Il poliziotto ha riportato qualche lieve contusione e per lo straniero è scattata anche una denuncia per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Intorno alle 18.00 in via Panicale un’altra volante ha arrestato un cittadino marocchino di 46 anni, questa volta con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato sorpreso a vendere due dosi di hashish ad un acquirente; addosso aveva altre 4 dosi della stessa droga.

 Durante il pomeriggio di ieri, nel corso di un servizio predisposto per l’identificazione di persone dedite ai reati in genere, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Firenze hanno proceduto al controllo di un uomo, che si aggirava con fare sospetto nella zona di Piazza Indipendenza. Al termine degli accertamenti di rito, i militari hanno verificato che a carico dello stesso vi era pendente un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Firenze, per il reato di furto in abitazione, aggravato, commesso in Firenze il 24 gennaio 2014. L’uomo, un 30enne albanese, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tradotto presso la casa circondariale di Firenze Sollicciano, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Redazione Nove da Firenze