Firenze alla commemorazione della strage di Bologna (2 agosto 1980)

Il presidente del Consiglio comunale Milani stamattina col gonfalone alle cerimonie alla stazione felsinea. "Solidarietà piena ai familiari delle vittime che ancora non hanno trovato risposte"


Il presidente del Consiglio comunale Luca Milani, col Gonfalone di Firenze, ha partecipato alle cerimonie di commemorazione della strage alla stazione di Bologna.

“39 anni fa la strategia eversiva fascista ha compiuto forse l'atto più sanguinoso: 85 morti e più di 200 feriti. L'orologio della stazione di Bologna – aggiunge il presidente Luca Milani – si è fermato per sempre alle 10,25 di quel sabato 2 agosto con la sala d'aspetto della stazione stracolma di persone.

Solidarietà piena ai familiari delle vittime che ancora non hanno trovato risposte per scoprire i mandanti e giustizia per le vittime.

E' accertata invece la responsabilità di personaggi aderenti alla P2 che hanno depistato le indagini. La strategia della tensione degli anni 70-80 è stata architettata allo scopo di disarticolare il percorso progressista e di cambiamento intrapreso dall'Onorevole Moro e dall'Onorevole Berlinguer. Avremmo avuto, forse – conclude il presidente del Consiglio comunale Luca Milani – un'altra Italia”.

Redazione Nove da Firenze