Fiorino d'Oro a Paolo Morello Marchese (Ausl Toscana Centro)

La consegna nel giorno di San Giovanni da parte del sindaco Nardella per come la Sanità ha fronteggiato l'emergenza Coronavirus


Firenze – La massima onorificenza della città di Firenze, il Fiorino d’Oro, è stata consegnata, nel giorno del Santo Patrono, dal sindaco Dario Nardella nelle mani del direttore generale della Ausl Toscana centro, Paolo Morello Marchese, ieri in Santa Croce in rappresentanza del personale dell’Azienda sanitaria che nei mesi appena trascorsi si è mobilitato per fronteggiare l’emergenza. A medici, infermieri, personale sanitario, amministrativo e tecnico, va il conferimento dell'importante riconoscimento assegnato da Palazzo Vecchio che quest’anno era dedicato al mondo della sanità e del volontariato. A ciascuno di loro, attraverso la consegna del prestigioso riconoscimento al direttore generale dell’Azienda sanitaria della Toscana centro, è voluto arrivare il grazie corale del sindaco.

Perché il grazie di Firenze – ha sottolineato il sindaco Nardella - è il grazie più grande che si possa esprimere alle donne e agli uomini che hanno salvato vite umane e che ci rendono orgogliosi di essere fiorentini”.

Ricevere questa onorificenza – ha detto il direttore Paolo Morello Marchese alla piazza di Santa Croce - rappresenta il momento più alto. Questo significa che ci abbiamo messo il cuore e tutto ciò che era nelle nostre possibilità. Insieme al volontariato abbiamo condotto una battaglia molto dura ma abbiamo reagito con grande forza e determinazione. Questo riconoscimento innanzitutto va ai nostri colleghi, medici, infermieri, amministrativi e a tutti gli operatori”.

Insieme al direttore generale Paolo Morello Marchese, nella piazza solitamente dedicata al calcio storico, hanno ricevuto i Fiorini d’Oro anche il direttore generale dell’Aou Careggi, Rocco Damone e per l’Azienda sanitaria tre direttori di presidi fiorentini della Ausl Toscana centro: Simone Naldini, direttore DSPO di San Giovanni di Dio, Santa Maria Nuova e Palagi, Andrea Bassetti, direttore DSPO di Santa Maria Annunziata e Lorenzo Baggiani, coordinatore servizi sanitari territoriali zona Firenze. Tutti dirigenti di ospedali e presidi territoriali fiorentini che con il loro personale sono stati in prima linea durante la fase più critica dell’emergenza.

Dopo l’esibizione del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e la consegna dei Fiorini d’Oro, ogni colore del Calcio Storico ha portato i propri palii, realizzati dagli studenti, in quattro ospedali della Asl, a Santa Maria Nuova, San Giovanni di Dio, Palagi e Santa Maria Annunziata.

Quale omaggio all’impegno del personale sanitario, hanno accolto la delegazione per la cerimonia di consegna dei palii, i direttori di presidio, Elisabetta Cocchi per Santa Maria Nuova, Simone Naldini per il San Giovanni di Dio, Andrea Bassetti per Santa Maria Annunziata, Simone Magazzini, direttore dipartimento Emergenza e Area Critica e Tommaso Grassi, dirigente medico dello Staff Direzione sanitaria aziendale. Il corteo è arrivato presso gli ospedali dell’Azienda con quattro autoambulanze rappresentative delle organizzazioni del volontariato, con a bordo una delegazione delle associazioni dei colori del Calcio Storico, un tamburino e qualche figurante del corteo storico, oltre a un presidente di quartiere con fascia tricolore.

Redazione Nove da Firenze