Fiorentina avanti in Coppa Italia grazie a un gol di Montiel

Prova di carattere della squadra che trova personalità e qualche progresso nel gioco. Bene Milenkovic, Borja Valero e Amrabat. Grazie al gol di Montiel arriva un successo che è un’iniezione di fiducia. Agli Ottavi i viola incontreranno l'Inter.


L'astinenza da gol che durava da oltre quattrocento minuti è interrotta da un gol di Montiel al settimo minuto del secondo tempo supplementare di una gara che sembrava destinata a risolversi ai rigori. La partita lunghissima non è stata spiacevole. Udinese e Fiorentina hanno mostrato buone trame di gioco anche se le occasioni da gol non sono state molte.

L'inizio gara vede L’Udinese partire all’attacco. I viola sono ben ordinati e resistono cercando di agire in ripartenza- Al sesto minuto in contropiede Vlhaovic cerca il gol ma il suo tentativo è velleitario. A metà campo l'Udinese si muove meglio: Deulofeu e De Paul sono molto attivi, ma Borja Valero e Amrabat fanno un buon lavoro d'interdizione. La gara è equilibrata e piacevole anche se i ritmi sono lenti. Dopo una lunga fase di studio, la partita si vivacizza alla mezzora: un bel contropiede di Borja Valero è concluso da Amrabat con un tiro fuori.

I viola agiscono soprattutto in contropiede e al 36' hanno una grande occasione: Vlahovic ruba palla approfittando di un errore della difesa friulana, avanza e dal limite dell'area tira alto.

Un gravissimo errore che certifica anche stasera il nervosismo e l'insicurezza del giovane centravanti che s'impegna più del solito, ma non trova la via del gol. Neanche Kouame brilla e l'attacco della Fiorentina continua a essere sterile.

Nella ripresa è l' Udinese a fare la partita. In avvio Forestieri impegna Terracciano in una buona parata a terra Al 3′ ci prova ancora Forestieri ma stavolta il tiro finisce altissimo sopra la traversa L’Udinese insiste e crea problemi alla difesa viola. Al 10′ Caceres salva su Lasagna. Le squadre sono allungate, ci sono frequenti cambi di campo ma poche occasioni per sbloccare il risultato Al quindicesimo Prandelli schiera Eysseric al posto di un evanescente Kouame.

Al 21' Milenkovic, su lancio di Pulgar, impegna con un bel colpo di testa Musso Prandelli cambia ancora inserendo Igor per Pezzella e Lirola per Borja Valero. I viola premono, ma senza creare pericoli e nel recupero un bel lancio di De Paul mette Pussetto davanti a Terracciano, ma salvano Biraghi e Milenkovic.

Dopo i novanta minuti regolamentari le due squadre giocano i supplementari.

Prandelli toglie Vlahovic e schiera Cutrone. Con l'inserimento dell'ex milanista c'è più brillantezza in avanti ma non arrivano occasioni da gol. All'inizio del secondo tempo supplementare, quando è abbastanza evidente che la gara si risolverà ai rigori, Prandelli trova la carta vincente schierando Montiel che al settimo segna un bel gol su assist di Cutrone. I viola hanno ancora un’occasione con Eysseric e rischiano di subire il pari negli ultimi minuti in una mischia che l'Udinese non riesce a sfruttare. Dopo la disastrosa partita col Benevento la Fiorentina torna a vincere. I problemi di gioco non sono superati, ma qualcosa in più si è visto, almeno in termini di grinta e determinazione. Una vittoria che proietta i viola agli ottavi di finale di coppa Italia e dona alla squadra un'iniezione di fiducia, necessaria per affrontare la difficile trasferta di domenica a San Siro contro il Milan.

Cesare Prandelli ha parlato così ai microfoni di Rai Sport al termine della partita: “Maradona? Oggi mi sembra più doveroso e importante ricordare questo grandissimo campione, lasciamo perdere la partita. Siamo tutti molto tristi. Io sono stato molto fortunato, perché quando l’ho marcato, non aveva tanta energia, quindi ho fatto bella figura. Per noi è stato il campione che riesce a vincere da solo le partite. La cosa più importante che lascia è che nessun compagno ha mai parlato male di lui”.

Tofol Montiel, autore del gol vittoria ha parlato così ai microfoni di Rai Sport: “Maradona? È stato un momento tragico. È sicuramente una notizia che ci lascia freddi, una notizia terribile. Io non ho potuto vederlo giocare, ma ho visto dei video, è tra i giocatori migliori della storia”. E a proposito della partita: ”Da quando il mister mi ha detto di entrare ho provato a dare il mio contributo alla squadra. Veniamo da momenti complicati, dove ci sono state tante voci, ma oggi ci siamo dimostrati uniti, abbiamo lottato fino all’ultimo minuto. Ovviamente questa vittoria è anche per Commisso, come regalo di compleanno”.

Udinese-Fiorentina 1-0

UDINESE (4-3-3): Musso; Molina (31' st Styger Larsen), Bonifazi (1' st supplementare Becao), Nuytinck, Samir; Forestieri (31' st Pussetto), De Paul, Makengo; Pereyra (17' st Jajalo), Lasagna (1' st suppl), Deulofeu. Allenatore: Gotti

FIORENTINA (4-3-1-2): Terracciano; Caceres (4' st suppl, Montiel), Milenkovic, Pezzella (22' st Igor), Biraghi; Borja Valero (34' st Lirola), Pulgar, Amrabat; Castrovilli; Kouame (15' st Eysseric), Vlahovic. Allenatore: Prandelli.

Arbitro: Serra di Torino

Reti: 7' st suppl. Montiel

Note: ammoniti Pulgar, Caceres, Samir, Makengo, Biraghi, Eysseric, Bonifazi.

Alessandro Lazzeri