Fine isolamento Covid, valanga di richieste di certificati

Negli ultimi 15 giorni la Ausl Toscana Centro ha ricevuto oltre 18mila messaggi all'indirizzo speciale. Rafforzato il team di operatori


Firenze – Nelle ultime due settimane sono oltre 18.000 le mail ricevute all’indirizzo fineisolamentocovid@uslcentro.toscana.it dedicato alle richieste di quei soggetti che necessitano del certificato che attesta la fine del periodo di isolamento.

Il servizio è attivo dal 19 novembre ed è proprio per l’alto numero di richieste che l’Azienda sanitaria ha deciso di incrementare significativamente il personale messo a disposizione passando da una composizione di 20 risorse alle attuali 130.

Durante il periodo di attività il team ha preso in carico 12.500 mail rilasciando solo nel corso delle ultime 48 ore oltre 2.500 certificazioni.

Si ricorda che il termine isolamento è possibile nei seguenti casi: soggetti in isolamento privi di sintomi da almeno 3 giorni e con tampone negativo dopo almeno 10 giorni; soggetti ancora positivi dopo 21 giorni di isolamento, privi di sintomi da almeno una settimana e non immunodepressi.

Gli interessati potranno inviare una mail dichiarando le condizioni suddette ed il proprio recapito telefonico in modo da ricevere l’attestazione, rilasciata dalla competente struttura di Igiene Pubblica dell’Ausl Toscana Centro.

Da qualche giorno è possibile anche compilare a questo link un form dedicato per richiedere il provvedimento di fine isolamento.

Il team dedicato a questa specifica casistica è costituito da medici e studenti iscritti alla facoltà di medicina, attivo dal lunedì alla domenica presso la centrale di tracciamento alla Fortezza da Basso di Firenze.

Gli operatori sanitari prendono in carico le singole richieste ed inviano tramite email l’attestazione di fine isolamento contattando qualora necessario, la persona interessata per ulteriori dettagli.

“Stiamo cercando di sfruttare appieno le risorse della Centrale di Tracciamento della Fortezza da Basso attraverso un utilizzo flessibile e modulare delle professionalità a disposizione sulla base alle necessità del momento. Attualmente è per noi prioritario - afferma Renzo Berti, Direttore Dipartimento Prevenzione Ausl Toscana Centro - non solo continuare a garantire l’immediata presa in carico dei casi positivi (anche ieri abbiamo tracciato il 100% delle diagnosi giornaliere) ma raggiungere la stessa rapidità anche nella formale chiusura dell’isolamento.”

L’azienda sanitaria ricorda che l’isolamento decorre dal momento della comparsa dei sintomi o, per gli asintomatici, dall’effettuazione del prelievo che ha determinato la diagnosi.

Nello specifico, in Toscana oggi sono complessivamente, 35.740 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (2.631 in meno rispetto a ieri, meno 6,9%). Sono 36.020 (963 in meno rispetto a ieri, meno 2,6%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 12.326, Nord Ovest 16.899, Sud Est 6.795).

Redazione Nove da Firenze