Festa regionale de l’Unità, il programma a San Miniato

Fino al 27 luglio la festa del Pd toscano con il titolo "L'Italia apre le ali"


 Sarà San Miniato Basso, in provincia di Pisa, a ospitare nei giardini della Casa Culturale di via Pizzigoni, da oggi fino al 27 luglio la festa regionale del Partito Democratico della Toscana, che quest’anno tornerà a chiamarsi ‘Festa de l’Unità’, dando seguito così all’invito rivolto al partito da Matteo Renzi all’ultima Assemblea Nazionale del Pd del 14 giugno scorso. Il titolo è "L'Italia apre le ali" avendo come tema conduttore dei dibattiti le riforme impostate dal Governo (l’hashtagscelto è proprio #ilcoraggiodelleriforme) e che i vari relatori chiamati a confrontarsi approfondiranno. Presenti il Ministro per le Riforme Maria Elena Boschi, sabato 12 luglio, e il Ministro Giuliano Poletti, venerdì 11, sei sottosegretari, Ivan Scalfarotto, Roberto Reggi, Silvia Velo, LuigiBobba, Luca Lotti, Antonello Giacomelli, il responsabile Welfare del Pd nazionale Davide Faraone, la segretaria generale dello SPI-Cgil CarlaCantone che in diversi dibattiti affronteranno i temi della nuova legge elettorale, il piano del Governo per gli interventi sull’edilizia scolastica e la ristrutturazione degli edifici pubblici puntando sul risparmio energetico, la riforma del Terzo Settore, le nuove esigenze del sistema sociale e pensionistico, una riflessione sui partiti. Il presidente della Regione EnricoRossi presenterà il suo libro, mentre Gianni Cuperlo e PierluigiCastagnetti interverranno per parlare dell’eredità politica di Enrico Berlinguer a trent’anni dalla scomparsa. Uno sguardo all’Europa con gli europarlamentari Simona Bonafè giovedì 10 e Nicola Danti sabato 26. I due Vice segretari Lorenzo Guerini e Debora Serracchianiinterverranno rispettivamente giovedì 24 e venerdì 25 mentre il presidente del Pd Matteo Orfini chiuderà insieme al segretario regionale DarioParrini il 27 luglio.

“Per tutto luglio faremo di San Miniato uno dei luoghi principali della discussione politica nazionale dato che interverranno tutti i principali esponenti del partito e del governo” afferma il segretario del Pd della Toscana Dario Parrini presentando il programma insieme al segretario provinciale del Pd di Pisa Francesco Nocchi e al responsabile organizzazione del Pd toscano Antonio Mazzeo. “Intitolare la festa "L'Italia apre le ali" – continua Parrini – vuole rimarcare quanto siamo convinti che le riforme siano necessarie per la ripartenza del Paese. E a proposito di nomi – aggiunge – condivido l’invito a chiamarle ‘Feste dell’Unità’. Il cambio di nome in Festa Democratica svolse una funzione agli albori del Pd quando il nuovo partito appariva come la somma di quelli precedenti. All’epoca c'era un'esigenza di "simbolicamente corretto" ma oggi, specie dopo l'ultimo congresso e le ultime elezioni, nessuno si domanda più chi è ex Ds o ex Margherita. Proprio perché adesso siamo tutti semplicemente e solamente "democratici" ci scopriamo finalmente in grado di riconoscerci tutti in tutte le cose più belle del nostro passato, senza star lì a disquisire se sono ‘nostre’ o degli ‘altri’. È stato bravo Matteo Renzi a capirlo e a dirlo. Oltre ad essere un gesto di attenzione verso un giornale in difficoltà, la sua idea di riproporre le Feste dell'Unità, peraltro rimaste in vita con questo nome in molti comuni anche in questi anni, ha questo significato: il Pd è finalmente nato”.

“Siamo contenti di tornare in provincia di Pisa per la festa regionale – afferma il responsabile Organizzazione del Pd toscano Antonio Mazzeo– e sono sicuro che in questi 24 giorni chi verrà troverà più che interessanti i confronti e i dibattiti che verranno proposti. La festa di quest’anno è proiettata sul dibattito politico nazionale per andare a toccare i tanti ‘cantieri’ aperti dall’azione del governo e per parlare del ruolo dell’Italia nel proscenio europeo con l’azione riformatrice avviata. Condizione, questa, necessaria per riacquistare credibilità a livello internazionale. Mi preme rivolgere un ringraziamento a tutti i militanti che da volontari in queste settimane rendono possibile la realizzazione della festa prestando il loro servizio”

"Siamo orgogliosi di ospitare la Festa regionale del partito a San Miniato, punto di riferimento in una vasta area che interessa buona parte delle province di Pisa e di Firenze” afferma il segretario provinciale del Pd pisano Francesco Nocchi. “Quest’anno il programma sarà incentrato sulle politiche del cambiamento con uno sguardo non solo ai tempi stretti di realizzazione che richiede il nostro Paese quanto alla qualità e alla direzione politica che devono percorrere le riforme: istituzionali e sul piano economico e sociale. La Festa sarà "l'agorà" dove i nostri dirigenti si confronteranno con la nostra gente sul Pd e soprattutto sull'Italia, dei suoi problemi e delle ricette che il Governo Renzi sta mettendo in campo. Infine, ma non è certo la cosa meno importante, un caloroso abbraccio e un ringraziamento a tutti i volontari: senza di loro la festa non si potrebbe fare".

Qui di seguito il programma nel dettaglio (ancora suscettibile di modifiche e aggiunte):

Venerdì 4 luglio ore 19.30
Inaugurazione con Francesco Nocchi (Segretario Pd provinciale Pisa),Antonio Mazzeo (Responsabile Organizzazione Pd Toscana), Massimo Baldacci (Segretario Pd San Miniato), Vittorio Gabbanini (Sindaco di San Miniato)

Giovedì 10 ore 21.30
"Cambiare: verso dove? Le politiche europee e la Toscana"
Simona Bonafé
(Parlamentare europeo Pd-Pse), Ivan Ferucci (Capogruppo Pd Consiglio Regionale Toscana).

Venerdì 11 ore 21.00
"Cambiare: verso dove? Creare posti di lavoro, dare opportunità e diritti ai lavoratori"
Giuliano Poletti
(Ministro del Lavoro), Andrea Biagianti (Vicesegretario Pd Toscana)

Sabato 12 ore 21.30
"Cambiare: verso dove? Una politica meno costosa, una democrazia più efficiente"
Maria Elena Boschi
(Ministro Riforme costituzionali e Rapporti con il Parlamento)

Lunedì 14 ore 21.30
"Cambiare: verso dove? Parlamento, sistema di Governo, pesi e contrappesi"
Maria Grazia Gatti
(Senatrice Pd), Ivan Scalfarotto (Sottosegretario alle Riforme e ai Rapporti con il Parlamento), Marco Filippeschi (Sindaco di Pisa, Presidente nazionale Legautonomie), Consuelo Arrighi (Responsabile Organizzazione Pd Provinciale) Andrea Marcucci (Presidente Commissione Cultura Senato)

Martedì 15 ore 21.30
"Cambiare: verso dove? Edilizia scolastica: studiare e insegnare in luoghi sicuri ripartendo dagli investimenti pubblici"
Roberto Reggi
(Sottosegretario Istruzione), Silvia Velo (Sottosegretario Ambiente),Maria Chiara Carrozza (Deputata Pd), Andrea Pieroni (Presidente Provincia di Pisa),Carmine Zappacosta (Segreteria Pd Toscana)

Giovedì 17 ore 21.30
"Cambiare: verso dove? La riforma del Terzo settore"
Federico Gelli
(Deputato Pd, commissione Affari sociali), Luigi Bobba(Sottosegretario Lavoro e Politiche sociali)

Venerdì 18 ore 21.30
"Cambiare: verso dove? I redditi, i servizi, la sicurezza"
Davide Faraone
(Deputato Pd, Responsabile Welfare nazionale Pd), Carla Cantone(Segretario generale Spi Cgil), Dario Parrini (Segretario Pd Toscana)

Sabato 19 ore 21.30
"Enrico Berlinguer, dialogo a trent'anni dalla sua scomparsa: un'eredità politica attuale"
Gianni Cuperlo
(Deputato Pd), Pierluigi Castagnetti (già Segretario Ppi, Presidente Fondazione Persona, comunità, democrazia), Cristian Pardossi (Segreteria Pd Toscana)

Lunedì 21 ore 21.30
"Cambiare: verso dove? Una politica più pulita e meno cara"
Luca Lotti
(Sottosegretario Presidenza Consiglio, Responsabile Organizzazione nazionale Pd), Paolo Fontanelli (Questore Camera Deputati), Antonello Giacomelli(Sottosegretario allo Sviluppo Economico)

Martedì 22 ore 21.30
"Viaggio in Toscana"
Enrico Rossi
(Presidente Regione Toscana) presenta il suo libro, Stefano Bruzzesi(segreteria Pd Toscana)

Giovedì 24 ore 21.30
"Un leader forte per un partito non personale"
Lorenzo Guerini
(Deputato, vicesegretario nazionale PD), Francesco Nocchi(Segretario provinciale Pd) e Antonio Mazzeo (Responsabile Organizzazione Pd Toscana)

Venerdì 25 ore 21.30
"Cambiare: verso dove? Orizzonte 2018"
Debora Serracchiani
(Vicesegretario Pd, Presidente Regione Friuli Venezia Giulia)

Sabato 26 ore 21.30
Cambiare: verso dove? Il semestre europeo dell'Italia
Nicola Danti
(Europarlamentare Pd-Pse)

Domenica 27 ore 21.30
"Una nuova cultura politica per la sinistra in Italia e in Europa"
Matteo Orfini
(Presidente PD), Dario Parrini (Segretario PD Toscana)

Redazione Nove da Firenze