Festa dell'uva e Cantine aperte. Fino a sabato a Giglio Castello

Nei tipici locali dell’antico borgo medievale degustazioni di piatti gigliesi e vino Ansonaco


ISOLA DEL GIGLIO - I gigliesi tornano ad aprire le loro cantine per la “Festa dell’Uva e delle cantine aperte” in programma fino a sabato 27 settembre. Un’occasione per immergersi in un viaggio del gusto attraverso i prodotti e i piatti della tradizione isolana per le vie e piazzette dell’antico borgo di Giglio Castello, vestito a festa a lume di candela, dove saranno dislocati ben sette punti di degustazione.

Il programma Dalle 20 in poi, nelle cantine di Giglio Castello, sarà possibile degustare piatti unici e straordinari nella loro semplicità, seguendo un percorso di gusto e di sapori che accompagnerà cittadini e visitatori negli angoli più suggestivi della rocca gigliese. Ci sarà la cantina crostini e bruschette, cantina della frittata e della melanzana alla parmigiana, quella dei cavatelli, la cantina del pesce e della gratella con la carne alla brace per finire con la cantina dulcis in fundo e quella del racconto. In ogni cantina si potrà degustare il vino Ansonaco, realizzato con l’omonimo vitigno autoctono. Ad animare le serate ci sarà sempre la musica itinerante e dalle 22 musica dal vivo in Piazza Gloriosa. Sarà sempre in Piazza Gloriosa, infine, che si concluderà ogni serata con le note della tradizionale Quadriglia giglese, ballo rituale e collettivo a partire dalla mezzanotte.

Gli organizzatori 

La Festa è organizzata dalla Proloco "G. Bancalà" in collaborazione con l’associazione Il Castello e il Comitato San Mamiliano nonché da tanti volontari, commercianti e ristoratori. Con il patrocinio del Comune di Isola del Giglio. La manifestazione è resa possibile anche con il contributo di Banca Monte dei Paschi di Siena.

Redazione Nove da Firenze